• Tempo di Lettura:1Minuto

Oggi, 28 aprile, si celebra la Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro. La ricorrenza è giunta alla sua ventunesima edizione, essendo stata istituita nel 2003 dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL). La giornata costituisce un momento di riflessione e confronto sui temi legati alla cultura della prevenzione in ambito professionale. Un tema importante dal momento che, in questi primi mesi del 2024 solo in Italia, si sono registrate oltre 120 morti sul lavoro. Tra le tragedie accadute nel nostro Paese in questi mesi vanno ricordate quella del 16 febbraio a Firenze, dove morirono cinque operai a causa di un crollo di un pilone nel cantiere dove sarebbe dovuto sorgere un supermercato. Il 9 aprile, invece, altri sette operai sono morti nella centrale idroelettrica di Suviana, nel bolognese, a causa dell’esplosione di una turbina.

Secondo i dati riportati dall’Inail nel 2023 le morti bianche sul lavoro sono state 1.041. Mentre sono state presentate più di 585mila denunce di infortuni sul lavoro. L’edizione del 2024 della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro coincide con l’anniversario dell’esplosione della fabbrica di pesticidi della Union Carbide di Bhopal (India). In quella tragedia persero la vita  2 500 lavoratori.