Giacarta, Indonesia – É un’assistente di volo la prima vittima identificata dell’aereo in Indonesia schiantatosi la scorsa settimana nel mare di Giava. La polizia ha riconosciuto nel corpo Okky Bisma, 29 anni. Le autorità sono risalite all’identikit del morto grazie ad una combinazione di impronte digitali combacianti con alcune presenti nei registri governativi, lunedì.

Il dolore dei parenti di Okky, visibile nonostante le mascherine e l’apprensione delle altre persone ansiose di conoscere notizie sui propri cari, era palpabile. “Se ha detto qualcosa di sbagliato nella sua vita, vi prego…perdonatelo”, queste le parole di Supeno Kiswanto, padre del giovane.

Finora sono state solo 6 le vittime riconosciute dell’incidente aereo che ha visto coinvolto il volo della compagnia indonesiana Sriwijaya Air, questo quanto riferito nella tarda serata di ieri sera da Rusdi Hartono, portavoce della polizia. Nonostante il grosso numero di presenti a bordo, i “268 subacquei hanno collezionato 46 sacche piene di parti umane, ma è difficile riconoscere di chi fossero questi resti, dato l’avanzato grado di decomposizione”, le parole del Brigadiere Generale Rasman, a capo delle operazioni del Servizio Nazionale di Ricerca e Soccorso.

Ti consigliamo questo – [Aggiornamento] Aereo in Indonesia: oltre ai rottami ancora resti umani [VIDEO]

Dall’accaduto, le squadre di ricerca hanno riesumato dai fondali un totale di quasi 200 sacche di resti umani in 5 giorni. Intanto le ricerche continuano ancora grazie anche alle tecnologie sonar delle imbarcazioni governative. Gli investigatori, dopo il ritrovamento delle scatole nere del velivolo, sono speranzosi di poter chiarire quanto accaduto all’aereo precipitato in mare dopo pochi minuti dal decollo, e con a bordo 62 persone.

Sarman poi ringrazia “tutti i corpi di ricerca presenti sul luogo che perseverano in questo lungo processo di ricerca, lavorando sodo”. Il ministro dei Trasporti ha confermato che si sta aprendo un’indagine per capire cosa fosse realmente successo prima della strage. Il capitano dell’aereo, il 54enne Afwan Rizki Zamzami, era un pilota esperto con alle spalle un servizio di più di 10 anni nelle Forze Aeree Indonesiane.

FONTE: DPA International

Ti consigliamo questo – EMA in barba ai negazionisti: ecco il perché della rapidità del vaccino

Segui anche PerSempreCalcio.it