Minsk, BielorussiaAleksandr Lukashenko ha definitivamente chiuso il giornale Belorusskaya Delovaya Gazeta, stimata testata d’informazione bielorussa. Dopo le recenti irruzioni in casa di giornalisti, il dittatore bielorusso ha ordinato la chiusura del quotidiano online.

Ti consigliamo questo – Tedesco accusato di spionaggio: planimetrie del Bundestag passate all’intelligence russa

I fatti

È definitivo, una delle testate online bielorusse più accreditate si è sparita dal web. La BDG esisteva dal 2003, fondata da Svetlana Kalinkina, reporter dichiaratamente contro il governo Lukashenko. La notizia non arriva, lo si apprende dalla scomparsa dello stesso giornale che non ha più un’identità web. È toccata la stessa sorte anche ad altri siti d’informazione più o meno importanti espostisi contro i metodi barbari dell’attuale presidente della Bielorussia.

Aleksandr Lukashenko proprio qualche giorno fa aveva ordinato l’arresto cautelare e la perquisizione delle abitazioni di alcune delle personalità giornalistiche più importanti del paese. Un modo discutibile quello di mettere a tacere chi va contro le sue azioni politiche. Lo stesso presidente ha affermato nei giorni scorsi di essere pronto a schierarsi definitivamente con Vladimir Putin per combattere l’opposizione europea riguardo la questione Navalny.

Ti consigliamo questo – Giornalisti arrestati in Bielorussia, cosa succede e perché

Sanzioni?

La Bielorussia adesso, così come la Russia, rischia pesanti sanzioni per violazione dei diritti fondamentali dell’uomo. Già nelle scorse settimane G7 e ONU si erano esposti per richiamare l’ordine nei due paesi est – europei, chiedendo il rilascio immediato di Alexey Navalny e le migliaia di persone arrestate in Russia. Mentre nel paese governato da Aleksandr Lukashenko, da tempo si fanno pressioni per fare chiarezza anche sulle metodologie di conteggio dei voti che hanno portato l’attuale presidente in carica.

Ti consigliamo questo – CONFTRASPORTO: “INACCETTABILE L’IPOTESI DEL NUOVO NOME PER IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE”

Segui anche PerSempreCalcio.it