• Tempo di Lettura:2Minuti

Sabato 7 (ore 20,30) e domenica 8 maggio (ore 18) a Galleria Toledo arriva BRUTTI SPORCHI CATTIVI. Napoli Stoccolma, ideazione e drammaturgia di Vanda Monaco (nella foto) che a oltre ottant’anni vedremo anche in scena.

Sul palco, tra luci, musiche e video realizzati in presa diretta e mescolati con le azioni degli attori dal vivo in scena lo  spettacolo racconta personaggi persi tra i sogni e le realtà di una vita social/anti social. 

Un’attrice di 85 anni che è stata in scena a New York, Los Angeles, Stoccolma e Napoli, sogna di essere come Muhammad Ali e si allena nel ring; gli allenamenti risvegliano energia e forza creativa per stare ancora in palcoscenico. 

Un campione mondiale di pugilato, oggi sessantenne, sogna di diventare un grande attore e combatte per interpretare personaggi immensi come Riccardo III di Shakespeare: la sua vita risplende ancora. 

Simone, un attore giovane, crede che la società di oggi sia solo corruzione, ma vedrà che la sua arte d’attore è più forte di intrighi e scorciatoie.  

Napoli e Stoccolma, il Sud e il Nord, culture diverse con un problema comune di questa era: i giovani senza forza individuale e senza ambizioni influenzati da valanghe di Bit liquidi vomitati da Bot subdolamente autorevoli. 

Nasce quindi il bisogno del branco e della droga per ricominciare a sognare, “voler essere” come gli altri significa solo perdersi.  

Tra prove online ed in presenza il collettivo Seconds Out indaga, attraverso il proprio lavoro, come le nuove tecnologie influenzino la vita quotidiana, facendo subire ai più il fascino dell’impalpabilità onnipotente che le neuroscienze stanno studiando e che i poteri forti sfruttano impunemente.

Ogni musica, immagine e testo prodotti tra distanza e presenza vengono distillati e condensati in un linguaggio teatrale di ricerca ancora non pulito, ma sicuramente sincero.

Si ringrazia l’Ambasciata Italiana in Svezia che ha reso possibile la formazione del gruppo Seconds Out.