• Tempo di Lettura:2Minuti

I trionfi di Matteo Arnaldi e Flavio Cobolli all’Atp 500 di Acapulco sono veramente notevoli e rivelano il crescente valore del tennis italiano. Il fatto che abbiano debuttato come campioni battendo avversari di alto livello come Taylor Fritz e Felix Auger-Aliassime impressiona. Queste vittorie non solo dimostrano il talento individuale dei giocatori italiani, ma anche la forza e la profondità crescente del tennis nel paese. La sconfitta di Tommy Paul, finalista dell’anno precedente, dimostra quanto sia imprevedibile e competitivo il tennis di alto livello, e il fatto che sia stato eliminato in soli due set indica il livello di gioco elevato presente nel torneo.

La vittoria di Matteo Arnaldi contro Taylor Fritz ad Acapulco rappresenta un altro importante traguardo nella sua carriera tennistica. Infatti, è la seconda volta che Arnaldi batte un giocatore della top 10, dopo aver sconfitto Casper Ruud a Madrid nel 2023. Un successo che testimonia anche la bontà del tennis italiano in questo momento, che vive una fase super di crescita grazie a Jannik Sinner, futuro n.1 al mondo.

Se Sinner è il goat italiano, dietro di lui c’è indubbiamente Flavio Cobolli che è riuscito a sconfiggere un grande Felix Aliassime. 2-6, 6-3, 6-2, questo il risultato della partita. Agli ottavi di finale l’italiano aspetta il vincente tra Tsitsipas e Safiullin.