• Tempo di Lettura:2Minuti

Novità per le multe con autovelox: le contravvenzioni con i rispettivi verbali arrivano sempre nelle case dagli automobilisti ma senza foto allegata del veicolo. In attesa di avere un nuovo decreto interministeriale fra Trasporti e Interno che regola appunto gli apparecchi di questo tipo, ha ricevuto parere favorevole dal Garante della Privacy, che ha concordato con Matteo Salvini paletti molto stretti per l’uso di questi strumenti.

Cosa dice il nuovo decreto

Ecco i vari punti che andrebbe a modificare il nuovo decreto interministeriale.

Niente foto a casa

Le foto che normalmente accompagnano la multa rilevata con autovelox e che sono una prova della violazione al codice della strada, non dovranno più essere inviate al domicilio dell’automobilista. La foto rimarrà comunque a disposizione dell’autorità e su richiesta del proprietaro del veicolo in caso di ricorso al Giudice di Pace o al Prefetto.

Oscuramento automatico dei volti

Il Garante ha dato il via libera alle rilevazioni frontali dei veicoli con gli autovelox ma con i volti oscurati delle persone a bordo. Le immagini poi rimarrano a disposizione dell’autorità solo se rilevata una violazione.

Distanza degli autovelox

Gli strumenti di rilevazione di velocità non potranno essere piazzati a meno di un chilometro dai centri abitaati o dove ci sia un limite di 50 km/h, né sui tratti delle strade extraurbane dove la velocità è ridotta di almeno 20 km/h rispetto alla norma. Dovranno essere collocati seguendo un unico criterio, quello di garantire la sicurezza e la circolazione.