• Tempo di Lettura:1Minuto

Circa cinquanta migranti sono dispersi dopo che la loro barca a vela si è ribaltata a circa cento miglia dalla costa calabrese. Un mercantile è intervenuto in soccorso e ha tratto in salvo 12 superstiti, tra cui una donna incinta, che sono stati successivamente trasferiti su una motovedetta della Guardia Costiera e sbarcati a Roccella Ionica.

Nel porto è stato invece rinvenuto il corpo senza vita di una donna, presumibilmente caduta in mare. Le autorità hanno avviato le ricerche delle altre persone disperse, ma al momento nessuna di loro è stata ancora ritrovata. I migranti a bordo dell’imbarcazione erano partiti recentemente da un porto turco. La Procura di Locri è stata informata dell’accaduto e sta supervisionando le indagini in corso.
Questa mattina invece la nave Ocean Viking ha soccorso 54 migranti, tra cui 28 minori non accompagnati, da un gommone sovraffollato, avvistato con un binocolo dal ponte, in acque di ricerca e salvataggio libiche. Lo fa reso noto la ong Sos Mediterranee.