La portacontainer Ever Given che blocca il Canale di Suez da quasi una settimana, sembra sia stata parzialmente liberata. Lo riportano i siti web di osservazione del traffico marittimo. Vesselfinder e Myshiptracking  pongono l’accento sulla poppa della nave, che pesa più di 200.000 tonnellate e sembra si sia allontanata dalla riva occidentale del Canale.
I rimorchiatori sono all’opera da martedì proprio per liberare  la gigantesca nave cargo di 400 metri che si è posta in diagonale, ostruendo completamente il traffico navale. Ora il lavoro è riuscire a farle risalire il Canale.
Anche il Wall Street Journal ha riportato le dichiarazioni di Osama Rabie, presidente dell’Autorità del canale di Suez, il quale ha detto che la nave è stata parzialmente liberata, definendola “una buona notizia”. Rabie ha aggiunto che i rimorchiatori continuano a lavorare al fine di garantire la possibilità della nave di ricominciare a risalire il Canale. L’Autorità comunque non ha ancora dato una conferma ufficiale, né è chiaro quando sarà ripristinato il traffico navale.

Le manovre sono state effettuate da 10 rimorchiatori giganti e nelle ultime ore, a sostegno dei  rimorchiatori impiegati,  se ne erano aggiunti altri due, uno olandese e uno italiano, proprio per effettuare i lavori di dragaggio.

Nel frattempo sono quasi 400 le navi in attesa di passare attraverso il canale. Si tratta soprattutto di ‘bulk container’ e porta-container come la Ever Given incagliata.
Il Canale di Suez è lungo circa 190 km e gestisce circa il 10% del commercio marittimo internazionale e ogni giorno di fermo, causa ritardi e costi significativi.