• Tempo di Lettura:2Minuti

Orgoglio italiano a Londra per “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi. Il film, che sta facendo un grande successo anche all’estero, dopo aver conquistato il botteghino italiano, è stato accolto ottimamente nella capitale inglese. Infatti, uno dei principali cinema londinese, ha esposto un manifesto, sottolineando l’enorme successo del film.

In Inghilterra, There’s Still Tomorrow, presentato in uno dei più importanti cinema di Londra situato in Leicester Square, è stato sponsorizzato con un cartellone gigante. Un manifesto che omaggia il film e che sta facendo il giro del web, soprattutto un orgoglio italiano in terra straniera:

Più grande di Barbie? È arrivato al numero 1 al box office italiano. E ora è disponibile da noi!”

Proprio Paola Cortellesi, ha parlato del suo film alla BBC: “

“Ho diretto il mio primo film a cinquant’anniCondividere le sale e il box office con un colosso come Barbie, che tratta lo stesso tema – l’esperienza delle donne – è stato bellissimo.Volevo fare un film contemporaneo ambientato nel passato, per comprendere cosa è cambiato e cosa è rimasto uguale. Forse adesso, come donne, abbiamo più diritti e tutele, ma nella società non è cambiata la mentalità che distorce l’amore in possesso. Io spero che le persone che escono dal cinema abbiano la voglia di praticare la libertà. La propria, e anche quella degli altri“.

Di cosa parla C’è ancora domani?

In Italia C’è Ancora Domani è stato il film più visto del 2023 con 5,3 milioni di spettatore, chissà se anche in Inghilterra, dopo aver sbancato la Francia, il film avrà lo stesso successo. C’è ancora domani racconta la storia di Delia, madre e moglie di una famiglia qualunque nella seconda metà degli anni ’40, a Roma. La donna si è rassegnata ai ruoli che la società le ha conferito ed è del tutto succube del marito. Tutto cambia quando la primogenita Marcella accetta un matrimonio senza amore pur di liberarsi di quella scomoda famiglia. L’evento e l’arrivo di una lettera misteriosa sproneranno finalmente Delia a immaginare un futuro migliore.