• Tempo di Lettura:2Minuti

Nel mezzo del  cammino di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, che’ la dritta via era smarrita. Parafrasando questi famosi versi della Divina Commedia di Dante Alighieri e rapportandoli ai nostri giorni, molti di noi oggi potremmo dire:

Ad un certo punto della nostra vita, ci troviamo in un mondo diverso da quello che abbiamo conosciuto, il giorno in cui abbiamo visto per la prima volta la luce. Un mondo dove conta è l’apparire ad ogni costo e a discapito di tutto e di tutti e dove spesso, per dirla alla Pirandello, nulla è come appare.Non esiste una sola verità e non esiste una sola identità, ma tante quante sono gli occhi di chi  osserva.

Durante il nostro cammino abbiamo vissuto la gioia degli abbracci e dei baci sinceri e non quelli di circostanza. Abbiamo fatte le file alle cabine telefoniche per telefonare ad un amico o alla persona amata  e quell’attesa ci sembrava ancora più dolce del momento in cui riuscivamo a telefonare.

Siamo andati per le strade cercando di conoscere ragazze o nuovi amici, per poi riunirci sulle case ad ogni occasione di una festa durante la quale il ballo lento era il momento più atteso per stringere una ragazza ed azzardare un ingenuo tentativo di baciarla. Eravamo in mondo più austero  ma sicuramente molto più felice ed il pensiero dell’arrivo del nuovo secolo, ci spaventava facendoci credere che la nostra vita sarebbe cambiata, come del resto è  accaduto, ma per molti non sicuramente in meglio.

Il progresso è  regresso ed eccezion fatto per il campo della medicina, per molti versi, è  difficile non condividere questo motto. Ed ecco che imbattendoci in questo nuovo mondo, a molti vorrebbe da dire: Fermate il mondo voglio scendere.

Divina Commedia

Tuttavia, nonostante tutto, non lo facciamo perché la vita è un dono ed è per questo che non bisogna mai offendere chi ti concede un dono, specie quando si tratta di una persona Unica in tutto   su tutti.Cosa bisogna fare per poter continuare il nostro cammino? Incominciamo con il pensare che comunque c’è sempre un nuovo domani fino a quando il donatore della nostra vita non vorrà revocarci lui stesso il dono concessoci. Buon cammino  a tutti.

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews