• Tempo di Lettura:2Minuti

Una malattia che ha stravolto la vita di Celine Dion: la cantante ha dovuto prima rimandare i concerti e poi annullare l’intero tour a causa della sindrome della persona rigida che l’ha colpita nel 2021. Dopo un periodo di silenzio, la star canadese ha deciso di parlarne e lo ha fatto in una lunga intervista a Vogue Francia. Ecco le sue parole anche su un suo possibile ritorno sul palco.

Le parole di Celine Dion

“Come sto? Sto bene, ma c’è tanto lavoro. Lo sto affrontando un giorno alla volta. Non ho sconfitto la malattia, perché è ancora dentro di me e lo sarà sempre. Spero che arriverà un miracolo, un modo per guarire con la ricerca scientifica, ma per ora devo imparare a conviverci. Quindi questa sono io, sono una donna con la sindrome della persona rigida. Cinque giorni alla settimana mi sottopongo a terapia atletica, fisica e vocale. Lavoro sulle punte dei piedi, sulle ginocchia, sui polpacci, sulle dita, sul canto, sulla voce… Devo imparare a conviverci adesso e smettere di mettermi in discussione. All’inizio mi chiedevo: perché io? Come è successo? Cosa ho fatto? È colpa mia?“.

Poi continua:

“La vita non ti dà nessuna risposta. Devi solo viverla! Ho questa malattia per qualche motivo sconosciuto. Per come la vedo io, ho due scelte. O mi alleno come un atleta e lavoro duro, oppure stacco la spina ed è finita, rimango a casa, ascolto le mie canzoni, sto davanti allo specchio e canto per me. Ho scelto di lavorare con tutto il mio corpo e tutta la mia anima, dalla testa ai piedi, con un’équipe medica. Il mio obiettivo è rivedere la Torre Eiffel! Se tornerò su un palco? Non posso rispondere. Perché sono quattro anni che mi dico che “non torno indietro, ma forse sì sono pronta, anzi, non sono pronta…” Per come stanno le cose, non lo so, il mio corpo me lo dirà. D’altra parte, non voglio solo aspettare. È moralmente difficile vivere giorno per giorno. È dura, sto lavorando tantissimo e domani sarà ancora più dura. Domani è un altro giorno. Ma c’è una cosa che non si fermerà mai, ed è la volontà. È la passione. È il sogno. È la determinazione”.