• Tempo di Lettura:1Minuto

Ieri, sabato 13 aprile, la Lega ha spento 40 candeline e questo fa del carroccio il partito più longevo d’Italia in attività. Nel corso dei festeggiamenti Umberto Bossi, storico leader del partito, ha criticato aspramente l’attuale segretario e vicepremier Matteo Salvini, di seguito le dichiarazioni del Senatùr riportate dall’Ansa: “Serve un nuovo leader che porti avanti l’obiettivo dell’autonomia e rimetta al centro la questione settentrionale”.

Da Undici anni infatti Matteo Salvini è alla guida della Lega e, sotto la sua gestione, il partito ha raggiunto traguardi importanti aprendosi anche anche all’elettorato del centro-sud e spostando l’attenzione su temi diversi dal federalismo come per esempio l’immigrazione. Alle dichiarazioni di bossi l’attuale ministro delle Infrastrutture e Trasporti ha risposto: “Alle critiche di Umberto Bossi sono abituato da trent’anni, ne parlo anche nel mio libro che uscirà a fine aprile. Le ascolto con attenzione e gratitudine, rispondo solo che vederlo in salute è il miglior regalo per questa festa”.