Il virus corre sul filo dei trasporti. Viaggia nei mezzi pubblici. Sale a bordo di bus, metro, treni. E sosta su maniglie, pulsanti di chiamata delle fermata, poggiatesta e barre di sostegno per i passeggeri. E’ quanto emerso nel corso di accertamenti svolti dai carabinieri del NAS nell’ambito di una campagna di controlli a livello nazionale.

Il controllo dei NAS

Lo scopo, quello di verificare la corretta applicazione delle misure di contenimento epidemico nell’ambito dei servizi di trasporto pubblico. In particolare, a Roma, i militari del NAS hanno eseguito i controlli sull’osservanza delle misure di prevenzione al contagio. E, sempre con il supporto di personale tecnico dell’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale del Lazio (ARPAL), prelevato 42 tamponi su automezzi e vetture metro e ferroviarie della rete di trasporti pubblici urbani ed extraurbani. A seguito delle analisi di laboratorio sono state rilevate 11 positività di campioni risultati prelevati da un autobus urbano, da 4 autobus di linee extraurbane della Capitale. E da 6 vagoni della linea ferroviaria extraurbana Roma Lido. I tamponi risultati positivi alla presenza del Covid19 erano stati prelevati da punti ritenuti sensibili. Ad esempio maniglie di apertura delle vetture, pulsanti di chiamata della fermata, barre di sostegno dei passeggeri e poggiatesta dei sedili.

La replica di Atac

Atac risponde così: “Le sanificazioni di mezzi e infrastrutture del trasporto pubblico sono attive e quotidiane sin da febbraio del 2020.  L’azienda sottolinea che tali attività sono state organizzate proprio allo scopo di prevenire la diffusione del Coronavirus e in linea con le indicazioni pervenute da Enti ed Autorità competenti. Ciò ha condotto al piano di sanificazione straordinaria quotidiana di tutti i mezzi del trasporto pubblico e delle infrastrutture. Da oltre un anno, dunque, Atac assicura la sanificazione quotidiana e potenziata delle cabine di guida/condotta di bus e treni metroferro e dei locali di lavoro e la sanificazione straordinaria quotidiana delle superfici a contatto con il pubblico per i mezzi di superficie e metroferro”. “

Seguici anche su http://www.persempenapoli.it