Covid: a che punto siamo? Continua a diminuire l’incidenza settimanale dei casi a livello nazionale. Che scende a 34 per 100.000 abitanti contro i 39 per 100.000 abitanti della settimana precedente. Nel periodo 15 – 28 settembre 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,83 (range 0,81 – 0,86). Al di sotto della soglia epidemica e stabile rispetto alla settimana precedente. E’ quanto compare nella bozza di monitoraggio settimanale sull’andamento dei casi di Covid in Italia che sarà presentato oggi.

Covid: le Regioni a rischio

Quali le Regioni a rischio? Quattro Regioni e Province autonome (PA) risultano classificate a rischio moderato questa settimana. Si tratta di Basilicata, PA Trento, PA Bolzano e Valle d’Aosta. Le restanti 17 Regioni/PPAA risultano classificate a rischio basso. La scorsa settimana solo una Regione, il Lazio, risultava a rischio moderato. Lo evidenzia la bozza di Monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute.

La variante Delta

La bozza di Monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute parla anche della variante Delta. Questa variante è dominante nell’intera Unione Europea ed è associata ad una maggiore trasmissibilità. La bozza sottolinea come “una più elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione rappresentano gli strumenti principali. Per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti”. È opportuno, si rileva nella bozza del Monitoraggio, realizzare un capillare tracciamento e contenimento dei casi. Mantenere elevata l’attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti per limitare l’ulteriore aumento della circolazione virale.

Seguici anche su http://www.persemprecalcio.it