• Tempo di Lettura:3Minuti

La sparizione di Denise Pipitone è un fatto di cronaca che ha scosso l’Italia. Il 1 settembre 2004, Denise, una bambina di quasi quattro anni, scomparve misteriosamente mentre si trovava nei pressi della casa della nonna materna a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani.

Una nuova speranza per Piera Maggio

Domenica 12 maggio 2024 Piera Maggio, ospite a ‘Domenica In’, ha riferito a Mara Venier di aver ricevuto la segnalazione di una ragazza che ritiene somigliante alla figlia e per la quale sono in corso accertamenti.

La Scomparsa

La mattina del 1º settembre 2004, Denise Pipitone, nata il 26 ottobre 2000 dalla relazione tra Piera Maggio e Pietro Pulizzi (registrata all’anagrafe come figlia legittima di Tony Pipitone, allora marito di Piera Maggio e inconsapevole di non essere il padre biologico), scomparve mentre giocava davanti a casa. Fu vista per l’ultima volta dalla zia Giacoma alle 11:45, dopo che quest’ultima aveva richiamato in casa il proprio figlio per il pranzo, lasciando Denise sola sul marciapiede .

Piera Maggio, madre di Denise, apprese della scomparsa intorno alle 12:30, mentre frequentava un corso di informatica. La notizia fu diffusa dai media locali alle 14:00 dello stesso giorno. Le indagini suggerirono subito un rapimento, organizzato attraverso un passaggio di staffetta tra diversi soggetti anonimi, con l’intento di far perdere le tracce della bambina. I cani molecolari rilevarono la presenza di Denise vicino alla casa della sorella di Gaspare Ghaleb, fidanzato di Jessica Pulizzi, figlia di Pietro Pulizzi e Anna Corona, rendendo quest’ultima e la figlia Jessica sospettate principali del rapimento .

Avvistamenti di Denise negli anni

Le ricerche iniziarono immediatamente, ma senza risultati per oltre un mese. Diversi avvistamenti furono segnalati:

  1. Milano (18 ottobre 2004): La guardia giurata Felice Grieco filmò una bambina somigliante a Denise in compagnia di alcuni zingari. La bambina, chiamata “Danas“, chiese «Dove mi porti?» e aveva un graffio sulla guancia, dettaglio compatibile con Denise .
  2. Intervento di Behgjet Pacolli (3 dicembre 2004): L’imprenditore svizzero di origini albanesi contattò lo studio legale di Piera Maggio, proponendosi come intermediario per il rilascio di Denise. Tuttavia, la fuga di notizie compromise l’operazione, facendo sparire Pacolli dalla vicenda .
  3. Kos (settembre 2008): Un’infermiera italiana vide una bambina somigliante a Denise in compagnia di una donna albanese. Tuttavia, il test del DNA escluse che fosse Denise .
  4. Olesya Rostova (31 marzo 2021): Una ragazza russa partecipante a una trasmissione televisiva sembrava avere una forte somiglianza con Denise. Tuttavia, il gruppo sanguigno di Olesya non era compatibile con quello di Denise .

Le indagini si concentrarono spesso sulla famiglia allargata, esplorando anche la pista gitana, senza mai trovare conferme definitive.

Processi

Secondo gli inquirenti, Denise sarebbe stata rapita da Jessica Pulizzi con la complicità della madre Anna Corona. Il movente era presumibilmente la gelosia e la vendetta, poiché Denise e Jessica erano figlie dello stesso padre, Piero Pulizzi . Jessica Pulizzi fu rinviata a giudizio per concorso in sequestro di minorenne. Il processo di primo grado si concluse nel 2013 con l’assoluzione di Jessica per insufficienza di prove, confermata in appello nel 2015 e in Cassazione nel 2017, nonostante fosse riconosciuto un valido movente.

Le ricerche di Denise continuano

Le ricerche di Denise continuano, ed è importantissimo diffondere il suo age progression, come richiesto dalla mamma Piera Maggio, ovvero l’immagine di come potrebbe essere oggi Denise dopo tanti anni.

Segui Per Sempre News anche sui social!