• Tempo di Lettura:2Minuti

ROMA- Barbara Balzerani, membro delle Brigate Rosse, si è spenta oggi a Roma all’età di 75 anni. Nata a Colleferro nel 1949, si è unita al gruppo nel 1975 e non ha mai espresso rammarico o dissociazione, ma negli anni ha dichiarato un profondo rimorso “per coloro che sono stati colpiti” dai terroristi. Dal 2006 al 2011, è stata sottoposta a sorveglianza e nel 2011 è stata rimessa in libertà grazie alla legge Gozzini. Balzerani, insieme al compagno Mario Moretti, prese parte al rapimento di Aldo Moro nella base operativa di Via Gradoli.

CHI ERA BARBARA BALZERANI –

Balzerani prese parte a numerosi omicidi orditi delle Brigate Rosse, compreso quello di Girolamo Minervini, e all’agguato di via Fani. Nel 1981 partecipò al sequestro del generale della Nato James Lee Dozier. La donna fu tra gli ultimi brigatisti a essere arrestati: venne catturata il 19 giugno 1985, assieme a Gianni Pelosi e per questo soprannominata la “primula rossa“.

L’ANNUNCIO DELLA SUA MORTE SU FACEBOOK
“Addio Barbara, una comunista rivoluzionaria, una scrittrice, ma soprattutto una ‘sorella per me’, come dicevi tu, come ci dicevamo noi, una delle tante cose di cui ti sarò per sempre grata”. Così l’autrice Silvia De Bernardinis ha annunciato la morte di Barbara Balzerani su Facebook. “Arriverà il momento delle parole che non usciranno, perché il dolore è troppo forte. Grazie per tutto, assolutamente tutto, senza eccezioni. Grazie per la tua passione e per il cuore che ci hai sempre messo. Non smetterai mai di essere al nostro fianco, di parlarci, in ogni svolta della storia, in ogni cambiamento improvviso e inaspettato di scenario”.

Segui Per Sempre News anche sui social!