• Tempo di Lettura:2Minuti

L’Italia saluta gli Europei di Atletica con il record di 24 medaglie e una, meritatissima, passerella presidenziale.
L’atletica italiana ha festeggiato alla grande ieri sera nell’ultima giornata degli Europei. La squadra di staffetta 4×100 composta da Matteo Meluzzo, Marcell Jacobs, Lorenzo Patta e Filippo Tortu ha conquistato la medaglia d’oro, precedendo Olanda e Germania. Gli atleti azzurri consegnano il primo posto all’Italia con una staffetta per tre quarti uguale a quella dell’ultima olimpiade, fatto salvo per Melluzzo al posto di Desalu nella prima frazione. E se gli esperimenti del professor Di Mulo contano qualcosa, allora occhio a questa formazione che potrebbe essere anche quella scelta per Parigi dove si cercherá la conferma a campioni olimpici.

Larissa Iapichino ha vinto l’argento nel salto in lungo, ripetendo il successo della madre Fiona May, campionessa nella stessa disciplina. Questa medaglia è arrivata inaspettatamente all’ultimo salto, quando Larissa era al quarto posto con una prestazione massima di 6.90 metri. Le avversarie De Sousa e Assani la precedevano di un centimetro, ma il suo sesto e ultimo tentativo ha entusiasmato il pubblico dell’Olimpico, con un balzo di 6.94 metri che le ha regalato il secondo posto. “Sono riuscita a dare il meglio di me, è un argento davvero speciale perché lo ottengo davanti ai miei tifosi”, ha commentato Iapichino. “Sono riuscita a ritrovare me stessa e non ho deluso le persone che erano qui a sostenermi”.
Pietro Arese ha ottenuto il bronzo nei 1.500 metri. “Ho dato il massimo – ha dichiarato il mezzofondista – mi sono giocato le mie carte e sono quasi rammaricato per l’argento che non è arrivato.”
Questi risultati hanno permesso all’Italia di dominare il medagliere europeo, con 24 podi totali, di cui 11 ori, 9 argenti e 4 bronzi. Presente in tribuna il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha gioito per la vittoria della 4×100. Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha elogiato i successi degli azzurri, sottolineando come il lavoro del presidente Stefano Mei abbia portato a questi traguardi straordinari. Nonostante la difficile ripetizione dei risultati di Tokyo, si punta a raddoppiare il numero di medaglie per Parigi 2024.

Foto dal profilo Instagram di Sky Sport