• Tempo di Lettura:2Minuti

Un uomo di 70 anni, Angelo Sfuggiti, pensionato ed ex titolare di una pizzeria, ha ucciso sua moglie, Rita Talamelli di 66 anni in una frazione di Fano, in provincia di Pesaro e Urbino.

L’uomo la ha strangolata e vegliato poi il suo corpo per ore dopo averla ammazzata.

Sfuggiti avrebbe ingerito, dopo il delitto, dei barbiturici con l’intento di togliersi la vita. Si trova ora in ospedale piantonato dai militari in stato di arresto ed accusato di omicidio.

Il ritrovamento dei coniugi da parte del figlio

E’ stato il figlio della coppia a scoprire ciò che era accaduto alla madre, in quanto li attendeva a cena da lui, e non vedendoli arrivare si è recato a casa dei genitori, trovandosi davanti questa terribile scena.

Il padre in evidente stato confusionale che vegliava il corpo esanime della madre.

Il racconto dei figli

I figli sono stati convocati come persone informate sui fatti, ed hanno riferito agli inquirenti che la donna soffriva di problemi per i quali aveva bisogno di assistenza continua, dopo aver avuto un aneurisma dal quale non si era ripresa, ed era seguita a domicilio dai servizi sanitari.

Ultimamente sembra che le condizioni della donna fossero peggiorate.

L’indagine è seguito dalla Polizia di Stato, che sta vagliando tutte le ipotesi.

 Si tratta del femminicidio numero 106 dall’inizio del 2023.