La Federazione Italiana Rugby ha pubblicato la nuova Circolare Informativa 2021/22, per semplificare e facilitare la ripresa dell’ attività. Semplificare e facilitare, sono i principi secondo i quali il Consiglio Federale ha deciso di operare:


– Sospensione delle tasse di tesseramento 2021/22
– Aggiornamento dei principi di eleggibilità
– Attività giovanile mista sino all’U13
– Le Società Tutor sostituiranno il progetto FTGI entro il 2022/23
– Serie C maschile in categoria unica

Le principali novità introdotte:

La possibilità di riaffiliazione in assenza di attività minima svolta nel 2021/22. La sospensione delle tasse tesseramento e dei requisiti di obbligatorietà nella Stagione Sportiva 2021/22. La disputa della Serie C Maschile quale categoria unica, articolata su una fase regionale, una interregionale e una nazionale. l’ istituzione delle categorie dispari nel settore Juniores, consentirà di anticipare di un anno l’ inizio dell’ attività giovanile. introduzione della categoria Under 5, riservata per il 2021/22 ai nati nel 2017-2018. L’ attività mista di propaganda abbraccerà tutte le categorie dell’ U 5 all’ U 13. Nelle categorie U 17 e U 19 Maschili, viene introdotto per agevolare l’ aggregazione qualitativa, il principio delle Società Tutor che dal 2022/23 sostituiranno le Franchige giovanili, con un massimo di 5 società che potranno associarsi individuando una società di riferimento, verso la quale far confluire i migliori prospetti. Le Franchige già costituite potranno comunque proseguire l’ attività associativa sino al termine della stagione 2022/23 che sarà inclusa.

La nuova edizione della Circolare Informativa sostituisce il principio della formazione, con la cittadinanza italiana che assume carattere prioritario per l’inquadramento del singolo tesserato, anche ai fini dell’eleggibilità.

In base alla revisione normativa, sono pertanto dalla Stagione 2021/22 non eleggibili e dunque tesserati e considerati a lista gara come stranieri gli atleti che, in possesso della cittadinanza italiana, abbiano disputato incontri internazionali in rappresentanza di una Nazionale estera, secondo la regola n. 8 di World Rugby.

Sono, al contrario e per stessa norma, equiparati ai tesserati cittadini italiani gli atleti non in possesso della cittadinanza italiana che abbiano disputato un singolo test-match con la Nazionale Italiana Seniores Maschile e Femminile. 

Viene infine definita la possibilità di utilizzare a lista gara un massimo di quattro giocatori non italiani nel Peroni TOP 10, due giocatori non italiani nella Serie A Maschile e Femminile ed un giocatore non italiano nella Serie B e nella Serie C maschile, nei limiti fissati dalla disponibilità di permessi di soggiorno per atleti extracomunitari messi a disposizione dal CONI. 

Clicca qui per la Circolare informativa: https://www.federugby.it/index.php?option=com_docman&task=doc_download&gid=8731&Itemid=787&lang=it

Seguiteci su http://www.persemprenapoli.it