Le Frecce Tricolori tornano a Roma per la Festa della Repubblica

Mercoledì 2 giugno, dalle 08.40 alle 09.30, in occasione del 75° anniversario della proclamazione della Repubblica, le Frecce Tricolori effettueranno sorvoli sulla Capitale dal suolo a 2000 piedi.
Anche quest’anno, causa pandemia, le celebrazioni previste dal Quirinale saranno ridimensionate. La Parata delle Forze Armate lungo via dei Fori Imperiali, per esempio, gesto simbolico delle Festa del 2 giugno, non avrà luogo. E non è prevista l’apertura al pubblico dei giardini di Palazzo Quirinale.
Alle ore 9.15 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si recherà all‘Altare della Patria per deporre una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto.

DISCORSO DEL PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA

Il progresso realizzato dalla Repubblica Italiana in questi settantacinque anni è stato straordinario. Ci ha accompagnato una condivisione di valori e di prospettiva con le numerose nazioni con cui abbiamo cooperato“. Queste le parole che Mattarella ha pronunciato in occasione del concerto che ha aperto le celebrazioni del 2 giugno. “Sulle macerie il popolo italiano, i popoli d’Europa, i popoli del mondo, si proposero di non ripetere gli errori del passato. Non sempre vi siamo riusciti. Ma la spinta – ha concluso – alla rinuncia della guerra, come strumento di risoluzione delle controversie internazionali, è stata allora, e rimane, robusta e forte. È un disegno incompiuto, per il quale moltiplicare gli impegni comuni. Con questa convinzione e in questa prospettiva auguro a tutti buona Festa della Repubblica Italiana“.