• Tempo di Lettura:1Minuto

Prosegue il conflitto nel Mar Rosso dove gli Houthi, secondo quanto comunicato dal Comando centrale americano sul profilo di X e riportato da Adnkronos, hanno lanciato un missile contro la nave petroliera Thorm Thor in transito nel golfo di Aden.
Già il 18 febbraio i ribelli sponsorizzati da Teheran avevano colpito una petroliera battente bandiera Belize.
Questa volta però il missile è stato intercettato per tempo dalla nave da guerra americana Uss Masone che lo ha abbattuto.
Successivamente le marine di Stati Uniti e Inghilterra hanno sferrato un duro attacco contro i sistemi missilistici e altri obiettivi degli Houthi nello Yemen.

Il Capo del Pentagono Lloyd Austin, come riportato da Adnkronos, ha commentato così l’operazione militare: “i ribelli Houthi continueranno ad affrontare azioni di ritorsione per i loro attacchi alle navi nel Mar Rosso e nelle acque circostanti”. “Gli Stati Uniti non esiteranno ad agire, se necessario, per difendere la vita e il libero flusso del commercio in uno dei corsi d’acqua più critici del mondo”.