• Tempo di Lettura:1Minuto

Come era prevedibile, il presidente Mattarella ha respinto le dimissioni rassegnategli dal premier Mario Draghi. Il presidente del consiglio tornerà alle camere per verificare la possibilità di formare un nuovo governo, su incarico datogli dal capo dello Stato. Draghi aveva annunciato di dare le dimissioni durante il consiglio dei ministri tenutosi dopo la consultazione al Quirinale. Quindi in serata. Il premier si era recato da Mattarella che non si erano ancora concluse le votazioni per la fiducia al Senato. Era già chiaro, comunque, che i numeri sarebbero stati dalla sua parte. Draghi, però, aveva anche ripetuto più volte che senza la fiducia di tutte le forze di maggioranza non ci sarebbero state più le condizioni per tenere in vita il governo. il suo esecutivo. Quindi, non poteva venire meno a quanto sostenuto. E così ha fatto. Domani è un altro giorno…