• Tempo di Lettura:3Minuti

Guinness Women’s Six Nations, le Azzurre di coach Giovanni Raineri ieri pomeriggio all’RDS Arena di Dublino hanno battuto le irlandesi 27-21, nel secondo turno del Torneo.

Italdonne con qualche brivido fa la storia e vince per la prima volta in Irlanda dove si impone per 27-21 dopo una partita dominata per larghi tratti ma con un finale teso, la meta di Corrigan a riaprire una partita che al 78′ sembrava ormai chiusa. La difesa delle Azzurre decide il match, l’Italia tiene bene, sigilla il successo con il turnover della Veronese. Il XV di Raineri conquista anche il bonus offensivo grazie alle mete di Vecchini (doppietta e player of the match), Fedrighi (prima marcatura internazionale) e Muzzo. Il successo vale 5 punti e il terzo posto in classifica dopo 2 giornate, dietro soltanto a Inghilterra e Francia.

Women’s Sei Nazioni II giornata

Dublino, RDS Arena, domenica 31 marzo 2024, Irlanda v Italia 21-27
Marcatrici: p.t. 7’ m. punizione Irlanda (7-0); 24’ m. Vecchini (7-5); 30’ m. Fedrighi tr. Rigoni (7-12); 36’ cp. Rigoni (7-15); s.t. 17’ m. Vecchini tr. Rigoni (7-22); 22’ m. Jones tr. O’Brien (14-22); 28’ m. Muzzo (14-27); 38’ m. Corrigan tr.O’Brien (21-27)
Irlanda: Delany (10’ st. Fowley); Corrigan, Higgins, Breen (18’ st. Dalton), Parsons; O’Brien, Reilly (17’ st. Scuffil-McCabe); Hogan, Wafer, Moore (14’ st. Tuite); Monaghan (cap), Wall (26’ st. Corri); Haney (23’ st. Mcgrath), Jones, Djougang
all. Bemand
Italia: Ostuni-Minuzzi; Muzzo, Rigoni, Stevanin (32’ st. Granzotto), D’Incà; Madia, Stefan (cap); Arrighetti, Sgorbini (11’ pt. Veronese), Tounesi (29’ st. Locatelli); Duca, Fedrighi; Seye (32’ st. Gai), Vecchini, Turani (14’ pt. Maris)
all. Raineri
arb. Davidson (Scozia)
Cartellini: 7’ pt. giallo Ostuni-Minuzzi (Italia)
Calciatrici: Rigoni (Italia) 3/5
Guinness Player of the Match: Vecchini (Italia)
6605 Spettatori, record per un incontro femminile in Irlanda. 

Guinness Women's Six Nations
Guinness Women's Six Nations

Guinness Women’s Six Nations Iralanda Italia 21-27

Conferenza stampa post match ↓

Giovanni Raineri: “Un 21-27 che è esito di una gara dura, iniziata con una meta di punizione per le padrone di casa con annesso cartellino giallo a Vittoria Ostuni Minuzzi. È stata subito una partita intensa, ma abbiamo saputo tenere duro e reagire quando era il momento, oggi usciamo con punti importanti e con la consapevolezza di aver fatto dei passi avanti nel nostro percorso di crescita. La difesa è un punto chiave. Le squadre che fanno la storia lo fanno perché difendono bene e oggi abbiamo difeso al meglio delle nostre possibilità. C’è da fare i complimenti alle ragazze per l’impegno che hanno messo e per aver di nuovo dimostrato quanto valgono. Emma è una giocatrice forte in difesa, ma anche palla in mano: sapevamo che avrebbe reso bene come 12, ma in generale tutta la linea dei trequarti ha giocato bene, anche con Rigoni come secondo centro che ha dato una mano in fase di impostazione”.

Sofia Stefan, Capitano delle Azzurre: “Oggi ci siamo trovate nella situazione di dover giocare in un modo diverso rispetto al piano di gioco che avevamo pensato, afferma Stefan, ma sono molto soddisfatta di come abbiamo tenuto botta e di come siamo uscite alla lunga, con intensità e caparbietà. Oggi abbiamo affrontato ogni singolo aspetto della gara insieme, nei momenti difficili e in quelli positivi: è così che dobbiamo scendere in campo ogni volta, migliorandoci prestazione dopo prestazione. Prima però ci godremo la settimana di pausa dal torneo e torneremo più cariche di prima per preparare la sfida con la Francia”.

YouTube player

Seguiteci su https://www.facebook.com/persemprenews, https://twitter.com/persempre_news, https://www.youtube.com/@PerSempreNews