• Tempo di Lettura:3Minuti

Helmet project è un progetto, una dimensione, un vero e proprio viaggio attraverso la musica in cui l’artista si immedesima. Helmet project è un giovanissimo percussionista e poli-strumentista, che esprime attraverso i suoi sentimenti uno stile musicale che vuole inserirsi nella nuova scena di “crossover Jazz” o “Nujazz” (jazz rock, jazz electronic), upbeat. Tali generi si fondono, in una sorta di alchimia, vari stili musicali che utilizzano in modo armonioso l’elettronica dei sintetizzatore e gli strumenti tradizionali per creare un nuovo stile che si avvicina sia al jazz più classico, che all’ambient e soprattutto all’elettronica.

Il musicista di Modica (Sicilia) trova nelle percussioni la colonna portante delle proprie composizioni. La sezione ritmica, viene espressa oltre che dalla classica batteria anche da altri strumenti di percussioni tradizionali quali: marimba, xilofono, glockenspiel, pongos etc. fondendo questo suono analogico con l’elettronica. Il basso, chitarra e fiati completano gli arrangiamenti delle varie tracce.

La formazione di Helmet Project ed alcune sue esibizioni

Helmet Project studia percussioni classiche e batteria da quando aveva 5 anni, fa parte di diverse orchestre: La civica filarmonica di Modica, Orchestra scolastica regionale siciliana, Orchestra sinfonica e orchestra di fiati del liceo Musicale Verga di Modica nonché l’ensemble di percussioni dello stesso liceo “drums togheter”.

Ha partecipato a diversi master class e concorsi, aggiudicandosi il primo premio al Sicilan Drums Contest di Messina nel dicembre 2019 e nel maggio 2021. Con l’orchestra scolastica siciliana si è esibito in location di altissimo livello, come nella valle dei templi ad Agrigento, Ortigia a Siracusa e soprattutto al teatro greco di Taormina davanti a diverse migliaia di spettatori. Il 26 giugno 2021 partecipa come percussionista allo spettacolo teatrale “Nomen Omen/Io, Cassandra” un evento performativo esperienziale che si svolge nel complesso monumentale Santa Maria del Gesù a Modica, prodotto da Fiat Lux 2.0 e dalla Fondazione Teatro Garibaldi.

L’ambizione di Helmet Project è quella di continuare a studiare percussioni e pianoforte oltre che, attualmente, al liceo anche in seguito al conservatorio.

Presentazione di “The sound of light”:

Si chiama “The sound of light” il nuovo singolo di Helmet Project, giovanissimo musicista siciliano che dietro questo nome d’arte ama celare la sua identità. Seconda traccia di quello che sarà l’Ep dal titolo “Quarantine mood”, in uscita prossimamente sempre per Isulafactory.

Brano che vede la partecipazione al basso dell’ancora più giovane fratello minore e al sax del musicista e compositore Jazz Sergio Battaglia (Ostinàti) che nel brano ricopre tanta importanza con il suo sassofono. Un progetto musicale di grande respiro che mette in mostra maestria e talento.

La luce ha un suono? Certamente, soprattutto quando entrambi viaggiano alla stessa velocità, creando una forza emozionale infinita che si traduce in una profonda sensazione d’amore, di vita e soprattutto di fiducia.

“The sound of light” nasce all’inizio dell’estate del primo lockdown (2020) ed è l’ideale continuazione di “Walking alone” primo singolo pubblicato lo scorso maggio. Il brano esprime voglia di libertà, voglia di contatto, sole, luce, suono e il sax di Sergio Battaglia impreziosisce e rende autentiche queste sensazioni insieme ai refrain electro che contaminano ed arricchiscono il pezzo. Il groove ritmico rende il tutto una cavalcata sonora inestimabile.