• Tempo di Lettura:2Minuti

È passato solo un giorno dal murales che ritrae Giorgia Meloni in stile Marylin Monroe, con un vestito bianco sollevato in cui si intravede una mutanda con la bandiera europea. Il murales realizzato dall’artista  aleXsandro Palomb dopo la candidatura all’Europee  della Presidente, si trova su una colonna tra piazza San Babila e via Monte Napoleone nel pieno centro di Milano. È stato vandalizzato precocemente da chi, probabilmente, non ritrova una similitudine tra le due donne. Una X nera sulla bocca della Premier e una frase che non lascia fraintendimenti a una verità certa del nostro paese : “E’ un insulto a Marylin. Ti consideri pro vita ma lasci gli immigrati morire in mare”.

Le parole di difesa per Giorgia Meloni

Tommaso Foti, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera si è espresso, “Ancora una volta i repressi seminatori d’odio escono alla scoperto. Con il solito vile fare, deturpano con scritte infamanti il murales realizzato a Milano dall’artista Alexsandro Palombo, dedicato a Giorgia Meloni. Per quanto, vandalizzando l’opera con una X sulle labbra di Giorgia Meloni, cerchino di intimidirci e zittirci, diamo loro una notizia: non ce la farete mai, né voi né i vostri occulti protettori che si rifugiano nel silenzio, anziché condannare, come sarebbe logico, l’ennesima manifestazione di bieca intolleranza e di radicato odio, preludio di efferatezze e barbarie di un passato buio che non vorremmo rivivere”

Si è espressa anche Augusta Montaruli, vicecapogruppo di Fratelli d’Italia, “Forse il governo del fare disturba qualcuno nel suo lavorare per l’interesse dell’Italia e degli italiani, non indietreggiando di un millimetro dinanzi alle minacce di quel substrato di facinorosi che pensa di intimidirci. Lo scandiamo con chiarezza: non ci fermerete”.

L’immagine originale: