• Tempo di Lettura:3Minuti

Il termine “narcisismo” ha radici profonde nell’antichità, derivando dal mito greco di Narciso. Secondo la leggenda, Narciso era un giovane incredibilmente bello che rifiutò l’amore della ninfa Eco. Come punizione per il suo rifiuto, fu condannato a innamorarsi della propria immagine riflessa nell’acqua. Incapace di consumare il suo amore, Narciso rimase fissato nel contemplare la sua immagine fino a trasformarsi in un fiore che porta ancora oggi il suo nome, il narciso.

Questo mito antico si riflette nel concetto moderno di narcisismo, che oggi viene ampiamente studiato e compreso nella psicologia contemporanea.

Il narcisimo ed il narcisismo patologico

Il narcisismo, e in particolare il disturbo narcisistico, è ora definito come una complessa struttura di personalità. Le persone affette da questo disturbo mostrano un eccessivo amore per l’immagine che proiettano sugli altri, prestando particolare attenzione ai riscontri ricevuti da persone con cui hanno relazioni più o meno strette.

Mentre il narcisismo può essere considerato un tratto normale della personalità entro certi limiti, diventa problematico quando interferisce significativamente con le relazioni interpersonali, gli impegni quotidiani e la qualità della vita. In psicopatologia, il disturbo narcisistico della personalità è incluso tra i disturbi di personalità nel Manuale Diagnostico Statistico (DSM-5), il riconosciuto manuale diagnostico utilizzato dai professionisti della salute mentale.

Le caratteristiche del narcisismo patologico

Le persone affette da narcisismo patologico spesso mostrano un senso di grandiosità e successo illimitato, accompagnato da un bisogno costante di attenzione e ammirazione da parte degli altri. Tuttavia, sotto questa superficie di sicurezza e autostima si cela spesso una fragile autostima e una profonda vulnerabilità.

Il narcisismo patologico può avere un impatto significativo in molteplici settori della vita, tra cui le relazioni interpersonali, il lavoro e la scuola. Le persone affette da questo disturbo possono mostrare una mancanza di empatia e una tendenza a sfruttare gli altri per il proprio beneficio, provocando spesso conflitti e disagi nelle loro relazioni.

Il trattamento del narcisismo patologico può essere complesso e richiede spesso un approccio terapeutico a lungo termine. La terapia cognitivo-comportamentale è spesso utilizzata per affrontare i modelli di pensiero e comportamento disfunzionali associati al disturbo narcisistico della personalità, ma richiede un impegno significativo da parte del paziente e del terapeuta.

In conclusione, il narcisismo è un fenomeno complesso che ha radici antiche ma continua a essere studiato e compreso nella psicologia moderna. Sebbene il narcisismo possa essere un tratto normale della personalità, il narcisismo patologico può avere gravi conseguenze per la vita quotidiana e richiede spesso un intervento terapeutico mirato per affrontarlo in modo efficace.

Segui Per Sempre News anche sui social!