• Tempo di Lettura:2Minuti

Settore turistico: si riparte? Al via dall’1 febbraio “Il turismo non molla”, la nuova manifestazione di protesta promossa dalla Filiera Turistica che si svolgerà a Napoli, lunedì 1 febbraio a partire dalle ore 10,00.

Le categorie

In piazza, tutte le categorie del comparto turistico: agenti di viaggio, guide turistiche, accompagnatori, animatori, albergatori, bed & breakfast. E ancora: casa vacanza, NCC, ditte bus e società marittime, ristoratori e bar, artigiani e negozi souvenir, noleggiatori, commerciali, organizzatori eventi, wedding planner, intermediari assicurativi specializzati nel turismo. Tutti uniti per esprimere con un’unica voce una sola richiesta: “stato di crisi”. Affinchè vengano accolte le tante istanze presentate dalle imprese legate al turismo per tutelare le aziende e le relative forza-lavoro.

Le richieste

Cinque le richieste: la prima riguarda l’erogazione di fondi che promossi per tutte le categorie. La seconda la Cassa integrazione. Terza richiesta l’anno fiscale bianco; poi i rapporti bancari. Per finire il ruolo nell’organizzazione e incentivi per la ripartenza come la riqualificazione delle agenzie, la tecnologia, lo sgravio fiscale dei viaggi prenotati in agenzia. Tutto pronto per la manifestazione di protesta da parte dei lavoratori del comparto del turismo, lunedì si parte.

I lavoratori dimenticati

Un’unica onda d’urto in piazza di migliaia di lavoratori che, con la loro attività, nel 2019 hanno realizzato il 20% del PIL nazionale. Le categorie lamentano il fatto che, Franceschini ed il Governo intero, in stato di emergenza Covid 19 abbiano trascurato ed addirittura dimenticato le loro attività. Provocando purtroppo gravi disagi per una dignitosa e decorosa esistenza degli stessi e delle loro famiglie.   

Seguici su http://www.persemprenapoli.it