• Tempo di Lettura:1Minuto

Chi gioca ai videogiochi sa quanto sia importante avere un buon hardware a disposizione, compresi i controller o, per chi gioca da computer, mouse e tastiera. Si cerca sempre di bilanciare ergonomia e performance per un’esperienza videoludica il più soddisfacente possibile, ma un giovane sviluppatore indiano ha reso secondario il possedere una periferica di gioco.

Il suo nome è Ayaan Khan e di recente ha realizzato un sistema basato su una webcam che cattura i movimenti delle mani e li traduce in comandi di gioco. Il programmatore ha condiviso un video esplicativo e dimostrativo sui suoi profili social mentre giocava a Need For Speed Payback. Il video è stato poi ripreso e condiviso da numerosi utenti che hanno dato maggiore visibilità al progetto che, come si evince dal video stesso, si basa sull’utilizzo di software come OpenCV, linguaggi di programmazione come Python e sistemi di machine learning come MediaPipe.