• Tempo di Lettura:2Minuti

Il presunto responsabile di vari atti di vandalismo contro gli autovelox in provincia di Rovigo, noto con il soprannome di «Fleximan», è stato denunciato dai Carabinieri di Adria e dal Nucleo operativo radiomobile (NOR). Si tratta di Enrico Mantoan, 42 anni, residente in Polesine ma nato a Padova, già noto alle forze dell’ordine. Durante la perquisizione della sua abitazione sono stati sequestrati elementi utili all’indagine. Nei confronti di Mantoan sono ipotizzati i reati di danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio, come comunicato dal Procuratore della Repubblica di Rovigo, dott.ssa Manuela Fasolato.

Gli episodi contestati

Mantoan è sospettato di essere l’autore di cinque episodi di danneggiamento agli autovelox avvenuti in provincia di Rovigo. I primi due episodi si sono verificati a Bosaro il 19 maggio e il 19 luglio dello scorso anno. Altri danneggiamenti sono avvenuti a Corbola e a Taglio di Po alla vigilia di Natale, e infine a Rosolina, il 3 gennaio scorso, lungo la Statale 309 Romea. Il modus operandi di «Fleximan» è sempre stato lo stesso: un taglio netto con un flessibile del palo che sorreggeva l’apparecchiatura.

Le indagini

Le indagini sono state delegate ai Carabinieri di Adria e al NOR, che hanno condotto accertamenti sui luoghi dei danneggiamenti e su varchi stradali, oltre a svolgere altre investigazioni di natura tecnica, come riscontri su tabulati telefonici e celle. Durante l’operazione sono state eseguite perquisizioni e sequestri, e sono state acquisite denunce e querele che hanno contribuito alla raccolta delle prove necessarie.

In seguito agli esiti delle indagini, la Procura della Repubblica di Rovigo ha avviato un accertamento tecnico, garantendo la difesa di Mantoan, per analizzare il contenuto di quanto rinvenuto durante la perquisizione e sequestrato in relazione ai reati ipotizzati.