Nuova Dehli, India – Da recenti aggiornamenti un nuovo e grande focolaio di influenza aviaria sta mettendo in ginocchio la popolazione indiana. Ad oggi sono 7 gli stati che confermano questa nuova epidemia che sta colpendo il paese. Attualmente il governo sta mettendo in atto misure di sicurezza e contenimento.

L’ultimo stato confermato è Uttar Pradesh, dove lo zoo di Kanpur City è stato da poco chiuso per la morte di alcuni esemplari della giungla. Dagli ultimi rapporti veterinari si era appreso che gli animali erano positivi al virus, afferma il capo veterinario RP Mishra. “In questo momento abbiamo iniziato la fase di abbattimento di tutti gli uccelli. È triste, ma ce lo dice il protocollo”, le parole del capo veterinario.

Intanto, in un raggio di 10 chilometri dallo zoo è stata proibita la vendita di carne e tutti gli allevamenti di pollame sono tenuti sotto controllo. Al momento alcuni campioni di corvi deceduti sono stati inviati da Uttar Pradesh al laboratorio centrale della cittá di Bhopal per dei test virologici.

Ti consigliamo questo – [Aggiornamento] Aereo indonesiano, trovati resti in mare

I casi di influenza aviaria in India sono stati confermati negli stati di Kerala, Rajasthan, Madhya Pradesh, Himachal Pradesh, Haryana e Gujarat, da un recente comunicato del governo.

Gli uccelli morti in questione sono polli, corvi, piccioni, pavoni e uccelli migratori. L’influenza aviaria colpisce maggiormente pollame e uccelli selvatici, oltre agli esseri umani in stretto contatto con loro. Negli stati di Haryana e Madhya Pradesh si procede con l’abbattimento di polli; mercati e negozi che vendono questo tipo di carne sono stati chiusi per una settimana in sette cittá dello stato di Madhya Pradesh, annuncia in conferenza il portavoce del governo.

A Kerala il processo di abbattimento che interessava circa 50,000 uccelli (nella maggior parte pollame), è stato completato in due distretti. I dati sono confermati dal capo del dipartimento di zootecnia dello stato, KM Dileep.

Nel frattempo i campioni prelevati dagli stati del Rajasthan, Madhya Pradesh e Kerala sono risultati positivi al ceppo del virus H5N8; mentre esemplari provenienti dallo stato di Himachal hanno presentato il ceppo H5N1. Si attendono i risultati degli uccelli morti da Dehli e Mumbai. Nella stessa Dehli è stato chiuso il famoso mercato di pollame, il piú grande della regione, dopo che circa 200 uccelli, per lo piú corvi, sono stati ritrovati morti.

I visitatori del paese sono stati allontanati, per questo periodo, da luoghi con santuari selvatici, laghi e parchi delle regioni.

Fonte: DPA International

Ti consigliamo questo – Vermont: vendesi villa, tutti i comfort…pure il carcere!

Segui anche PerSempreCalcio.it