• Tempo di Lettura:2Minuti

Lucien Agoumé lascia l’Inter. Il classe 2002 non andrà da Rino Gattuso a Marsiglia (club che lo stava sondando da diverso tempo), ma si trasferirà in Spagna, al Siviglia. Agoumé lascia i nerazzurri in prestito con diritto di riscatto, così da cercare più minuti per rilanciare una carriera da “vorrei ma non posso”. Ora l’Inter gli dà una bella chance, in una piazza calda, di valore e che deve risollevarsi da una stagione fin qui nefasta, suggellata con l’eliminazione da tutte le coppe con l’ultimo posto nel girone di Champions League. Il Marsiglia era ai dettagli dell’operazione, ma il blitz degli spagnoli ha convinto maggiormente il giocatore, alla ricerca di spazio.

Centrocampista duttile, Agoumé può ricoprire quasi tutti i ruoli del centrocampo, anche se di base nasce come mezzala. I prestiti allo Spezia, Brest e Troyes non gli hanno portato particolare fortuna, anche complice qualche acciacco fisico. L’Inter se lo teneva in cantina da tempo e ora spera di avergli trovato la piazza giusta per potergli tirare fuori le sue migliori qualità, magari dandogli una svolta. In Italia Agoumé era sbarcato nel 2019 dal Sochaux, si è distinto bene con la Primavera e ha raccolto appena 4 presenze con la prima squadra, tra campionato e Coppa Italia. Assieme a lui potrebbe lasciare in prestito anche Stefano Sensi, chiuso dai gregari di Inzaghi e alla ricerca di continuità, fisica soprattutto.

Il Sassuolo potrebbe riaccoglierlo in prestito, anche per svoltare un campionato fin qui deludente. Da capire anche la volontà del giocatore, dotato di grande talento ma fermato nel tempo da innumerevoli infortuni.