• Tempo di Lettura:2Minuti

L’elicottero su cui stava viaggiando il presidente iraniano Ebrahim Raisi si è schiantato durante il viaggio verso Tabriz.
Attualmente non si hanno notizie certe sulle sue condizioni. L’incidente è avvenuto in una zona montuosa, tra i villaggi di Uzi e Pir Dawood, mentre l’aereo stava cercando di atterrare in emergenza. Il presidente Raisi e altri funzionari, tra cui il ministro degli Esteri Hossein Amirabdollahian, erano a bordo. Circa 40 squadre di soccorso sono state inviate a cercare l’elicottero ma le ricerche sono state ostacolate dalle cattive condizioni meteo e dal terreno accidentato. I soccorritori hanno utilizzato droni e cani addestrati per aiutare nella ricerca.
Stando a quanto riferito da fonti iraniane alla Reuters, le vite del presidente Raisi e del ministro Amirabdollahian “sono a rischio. Le informazioni che arrivano sono “molto preoccupanti“. L’agenzia di stampa semiufficiale Fars ha esortato gli iraniani a pregare per Ebrahim Raisi e la televisione di Stato ha trasmesso preghiere per il presidente iraniano. La Tv di Stato ha anche trasmesso immagini di fedeli in preghiera nel Santuario dell’Imam Reza nella città di Mashhad, uno dei luoghi più sacri dell’Islam sciita. Il leader supremo iraniano, l’ayatollah Ali Khamenei, sta partecipando ad un incontro d’emergenza con il Consiglio di sicurezza nazionale.

RICERCHE DIFFICILI

Durante un’intervista alla televisione di stato, il ministro degli Interni iraniano, Ahmed Vahidi, ha riferito che uno degli elicotteri che faceva parte del convoglio che trasportava il presidente del paese, Ebrahim Raisi, ha subito un “atterraggio brusco”. Dei tre elicotteri che componevano il convoglio, solo due sono riusciti a raggiungere la destinazione prevista. Vahidi ha inoltre dichiarato che diverse squadre di soccorso sono state inviate sul luogo dell’incidente, ma a causa delle condizioni meteo avverse, potrebbe essere necessario del tempo per raggiungerlo. Il ministro ha poi precisato che sono stati stabiliti dei contatti con i funzionari a bordo dell’elicottero incidentato, ma che a causa delle avverse condizioni meteorologiche sarà necessario attendere per poterli raggiungere.

“Un elicottero di soccorso è stato inviato sul posto ma non è riuscito ad atterrare a causa della forte nebbia ed è dovuto tornare indietro“, ha dichiarato l’agenzia di stampa iraniana Irna. “La nebbia è troppo fitta nella zona”, ha aggiunto il portavoce dei servizi di emergenza iraniani. Nell’area dell’incidente sono state inviate otto ambulanze.