• Tempo di Lettura:1Minuto

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi e il ministro degli Esteri di Teheran sono morti dopo l’incidente del 19 maggio a bordo dell’elicottero su cui viaggiavano.

Il mezzo è precipitato vicino all’Azerbaigian, in una zona montuosa. A bordo del velivolo c’erano altre 7 persone, tutte decedute. Tra queste anche il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian.

A darne la notizia ufficiale è stata la tv di Stato iraniana che ha definito Ebrahim Raisi: “martire del servizio”.