• Tempo di Lettura:1Minuto

Martedì, un tribunale austriaco ha emesso una decisione controversa riguardo a Josef Fritzl, un uomo condannato all’ergastolo per un orrore che ha terrorizzato il mondo. Dopo anni di detenzione in una sezione psichiatrica, Fritzl, ora affetto da demenza all’età di 89 anni, sarà trasferito in un carcere ordinario.

Gli orrori di Fritzl

La storia di Josef Fritzl, ora noto come Mayrhoff, è un incubo che ha infestato l’Austria per decenni. Dal 1984 al 2008, ha tenuto sua figlia Elisabeth prigioniera in un bunker sotto la loro casa, perpetrando abusi indicibili e dando alla luce sette figli, frutto dei suoi crimini. Tre di questi bambini sono cresciuti nell’oscurità, senza mai vedere il mondo esterno, mentre gli altri tre sono stati adottati da Fritzl e da sua moglie Rosemarie, che sostiene di non aver mai saputo dell’orrore sotto il loro tetto.

La scoperta delle sue violenze, nel 2008, ha sconvolto il mondo e ha portato a una condanna all’ergastolo per Fritzl che ora avrà la possibilità di essere trasferito in un carcere ordinario, data l’età ed i suoi problemi di salute.