• Tempo di Lettura:3Minuti

Fischiato fino a pochi mesi fa, osannato nelle ultime gare: è questa la parabola di Moise Kean, a quota 4 goal nelle ultime 4 partite giocate tra campionato e Champions. 

Il match contro il Verona è stato deciso da una sua rete e ieri, in casa contro la Lazio, è stato il vero mattatore della partita con una doppietta che ha di fatto indirizzato la sfida sui binari giusti con Milik che ha chiuso definitivamente i giochi con il 3 a 0.

Kean, la prima riserva di Vlahovic, gioca e segna e ieri ha lasciato il posto a Di Maria tra gli applausi di tutto lo Stadium.

E così l’attaccante bianconero, al termine della gara, ha raccontato la sua rinascita ai microfoni di Dazn, spendendo belle parole nei confronti del suo mister Massimiliano Allegri. 

“Mi sono messo al lavoro ed è andata molto bene. In questi mesi mi sono allenato tantissimo durante, ho anche seguito una dieta. Prima non riuscivo a perdere chili, poi ho smesso di mangiare alcune cose e ne ho persi 6. Ho capito che era la cosa giusta da fare per me. Grazie al mister che non ha mai perso la pazienza di spiegarmi le cose. A fine allenamento mi fermavo a capire i giusti movimenti da fare per poi fare la prestazione alla domenica. Cerco di dare il massimo dove mi mette il mister e di capire i movimenti giusti, anche se sbaglio e mi devo far rispiegare le cose più volte”.

In riferimento alla partita con la Lazio ha poi aggiunto: 

Abbiamo studiato bene la Lazio in settimana, sapevamo di poter attaccare gli spazi dietro la difesa e lo abbiamo fatto bene stasera. Scudetto? È presto per parlarne, noi pensiamo a dare il massimo. Quando torneremo dalla sosta avremo anche il Napoli ma ora pensiamo gara dopo gara.”

E a chi gli chiede quale sia il suo ruolo ideale, risponde: 

Ovunque mi metta il mister io cerco di dare il massimo, facendomi spiegare le cose anche più di una volta, se sbaglio, per capire meglio”.

Un giovane quindi classe 2000, amante della musica trap e del fitness, che lavora duramente per migliorarsi ogni giorno e che ha trovato in Allegri un mister in cui credere e per cui fare sempre meglio di così. 

Di fronte ai tanti infortuni in casa Juve, Kean rappresenta una ventata di aria fresca insieme a Fagioli che, di fatto, ha riacceso la speranza di stare nelle parte alta della classifica e puntare alla rimonta scudetto. 

Prima di concedersi dai microfoni di Dazn, Kean ha spiegato come è nata la sua esultanza scherzando con il suo ex compagno Andrea Barzagli ospite in studio:

Un mio amico che abita in America l’ha inventata per i giocatori di NBA ed NFL. Barzagli? No, non me l’ha insegnata lui, lui mi menava”, ha aggiunto ridendo.

Seguici su Instagram.