• Tempo di Lettura:3Minuti

Inizia il match tra la seconda e la terza della classe, ovvero Juventus e Milan. Primi minuti orfani di grande spettacolo, interrotto solo da qualche sporadica azione offensiva prevalentemente sponda bianconera, ma nulla di davvero intimorente; conclusioni velleitarie che non impensieriscono il portiere. Se ne va, dunque, la metà del primo tempo, senza imprimere nulla di memorabile nella mente dei tifosi allo stadio o degli spettatori. Davvero poco spettacolo allo scattare dei 30 minuti di gioco, qualcosa di molto lontano rispetto a ciò a cui queste due formazioni avevano abituato nel corso degli anni.

Fonte foto account X Juventus

Possesso palla sterile da ambo le parti, poca cattiveria e cinismo sottoporta, ritmi da riscaldamento e diversi errori tecnici. Partita molto statica che mostra un leggero aumento d’intensità nei minuti finali della prima frazione, ma il misuratore di spettacolo non raggiunge mai l’apice. In pieno recupero punizione di Vlahovic che viene però disinnescata da Sportiello. L’arbitro fischia l’intervallo e spedisce le squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Secondo tempo di Juventus-Milan

Al via la ripresa del match tra Juventus e Milan sulle orme di quanto visto nella prima frazione. Nessun cambio da parte degli allenatori nell’intervallo, né dal punto di vista umano né da quello d’impostazione tattica. Al 50′ parata di Sportiello che nega la rete a Kostic dopo una cannonata sul primo palo e di nuovo sulla ribattuta chiude la serranda anche a Danilo. Timido, debole e impreciso colpo di testa di Yildiz al 59′. Qualche accortezza in più e sarebbe potuta essere la giocata che avrebbe cambiato il match. Allegri tenta di modificare qualcosa all’interno della gara e decide d’inserire Milik e Chiesa per l’ultima mezz’ora al posto di Vlahovic e Kostic.

Fonte foto account X Juventus

Cambi anche per Pioli che inserisce Bennacer per Adli. Vicinissimo al vantaggio il Milan con Loftus-Cheek che tira a fil di palo col pallone che esce per una questione di millimetri. Spazio nel match anche per Okafor e McKennie che sostituiscono rispettivamente Giroud e Weah al 71′. Nuovamente Sportiello nega la rete alla Juventus parando il colpo di testa in tuffo di Milik. Dopo 75 minuti le statistiche indicano 9 tiri totali e 4 in porta per i bianconeri contro gli 8 tiri di cui 0 in porta dei rossoneri. Lo spettro del pareggio si avvicina, ma è un risultato che, nel complesso, andrebbe bene a entrambe in ottica classifica, nonostante la Signora non sia ancora certa di un posto in Champions League.

Fonte foto account X Juventus

Torna in campo dopo l’infortunio anche Miretti che prende il posto di Yildiz per questi ultimi 10 minuti. Out anche Loftus-Cheek, Musah e Pulisic per Zeroli, Chukwueze e Bartesaghi. Termina 0-0 una partita che non lascia nulla se non il punto a testa. All’86’ ancora Sportiello che para la capocciata di McKennie ma non trattiene il pallone che carambola e finisce in corner, dal quale Milik spreca e manda larga la sfera. Termina la partita col risultato di 0-0 che lascia un grande rammarico per ciò che questo match sarebbe potuto essere.