• Tempo di Lettura:2Minuti

Il karate scalda i motori in vista della stagione internazionale 2024, con la seconda Premier League dell’anno, andata in scena nel week-end ad Antalya, in Turchia. Oltre 400 atleti provenienti da 61 nazioni, tra kata e kumite, femminile e maschile. Tanti gli Azzurri in gara nella tappa del principale torneo WKF, che hanno conquistato complessivamente 7 medaglie.

I 2 argenti se li mettono al collo Luca Maresca nei 67 kg e Viola Lallo nei 55 kg. Arrivati in finale al culmine di un percorso netto, si sono dovuti poi arrendere al marocchino Said Oubaya e alla kazaka Bella Samasheva.

Ben 5 invece gli italiani che salgono sul terzo gradino del podio.

“Finalina” tutta nostrana tra Christian Sabatino e Danilo Greco nella categoria dei 60 kg. Sabatino, dopo un ottimo percorso, è stato fermato soltanto in semifinale dal turco Eray Samdan. Lo stesso che aveva appena battuto Greco (ripescato) ai quarti. Ad avere la meglio è stato Greco, col risultato di 6-1. 

Da sottolineare anche le belle prove di Pamela Bodei nei 68 kg, che ha sconfitto di misura (1-0) la saudita Heydariozomcheloei, Silvia Semeraro, capace di regolare la greca Peppa 5-1, e Matteo Avanzini, in grado di coronare un ottimo percorso contro Timmermans.

Infine, nel kata maschile, Alessio Ghinami non s’è lasciato sfuggire la possibilità di andare a medaglia, battendo il giapponese Kazumasa Moto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI I SOCIAL E RESTA AGGIORNATO SULLE NEWS: