• Tempo di Lettura:1Minuto

All’Università La Sapienza di Roma gli studenti hanno occupato il rettorato per protestare contro le “complicità di Israele“. Ad affermare questo è il gruppo studentesco “Cambiare rotta” sul loro profilo Instagram e ribadiscono il loro “No alla partecipazione al bando del ministero degli Esteri e diciamo basta agli accordi con università israeliane e filiera bellica. La comunità studentesca riprende l’iniziativa dopo i cortei cittadini e dopo le manifestazioni di solidarietà con la resistenza palestinese“.

Il comunicato del gruppo studentesco

“La rettrice e la governance di ateneo finora hanno rifiutato di ascoltarci, ora il Senato accademico di martedì dovrà discutere le nostre rivendicazioni e mettere fine alla complicità con Israele. Il rifiuto dell’università di Torino di partecipare al bando MAECI e l’annuncio delle dimissioni del rettore dell’Università di Bari dal suo incarico in Med-Or, fondazione di Leonardo spa, mostrano che il boicottaggio accademico sta dando i suoi frutti e che si può porre fine alla criminale complicità del nostro sistema formativo con la barbarie del genocidio in Palestina e delle guerre”.