• Tempo di Lettura:1Minuto

“In Africa, due nuove sottovarianti di Omicron, BA.4 e BA.5, stanno prendendo il sopravvento”. E’ quanto scrive lo scienziato Enrico Bucci (PhD Adjunct Professor, Temple University, Filadelfia) sulla sua pagina fb. “Anche negli USA è emersa una nuova sottovariante, derivata da BA.2 (Omicron 2): è la BA.2.12.1. In associazione a queste nuove varianti, stanno risalendo i casi in entrambi i paesi; con i casi, si inizia a vedere anche la salita delle nuove ospedalizzazioni”, spiega. “Questi dati – aggiunge Bucci – non ci dicono ancora se le nuove “trovate evolutive” di Omicron siano più virulente delle precedenti. Ci dicono però che, aumentando i casi, la pressione sugli ospedali potrebbe ricominciare a salire, se la tendenza non cambia rapidamente”. Parlando di eventuali riflessi negativi sull’Italia lo scienziato spiega “non possiamo saperlo, perché i fattori in gioco – struttura di popolazione, tasso di vaccinazione con tre dosi, clima e molti altri – sono troppi per fare previsioni”. Però, conclude Bucci “la realtà non va nascosta in nome del quieto vivere, e quindi è bene seguire con attenzione l’evoluzione della situazione in paesi ove certi segnali si notano già adesso”.