Proteste al grido di “libertà”. L’Italia degli ambulanti si ribella e protesta dopo la riapertura di scuole e altre attività, oltre quelle che “non hanno mai chiuso”.

Roma

Davanti Montecitorio, a Roma, sono stati lanciati alcuni fumogeni e bottiglie durante la protesta degli ambulanti. La polizia, che transenna l’area antistante la Camera dei deputati in assetto antisommossa, ha contenuto i manifestanti che stanno tentando di scavalcare le recinzioni.

Milano

Nella città della Madonnina si grida “lavoro, lavoro”. Questo il coro del gruppo di commercianti ambulanti che si è riunito in piazza Duca d’Aosta, davanti alla Stazione centrale di Milano. Il senso della protesta quello di chiedere la riapertura “prima possibile ” e “immediati ristori” per il comparto “allo stremo”.

Imperia

La protesta corre da Nord a Sud passando per il centro dello Stivale. A Imperia gli ambulanti erano in piazza già alle 8 stamani sulla spianata di Imperia Oneglia, per manifestare contro l’ordinanza con la quale è stata istituita la zona rossa. Hanno guidato i loro mezzi in un lento corteo verso la Prefettura di Imperia, dove hanno organizzato un presidio in attesa che una delegazione venga ricevuta dal prefetto Alberto Intini.

Foggia

“Lo Stato ci ha abbandonato”. La stoccata al Governo parte da Foggia. Si legge dai uno dei tanti cartelli esposti dagli oltre duecento venditori ambulanti che hanno protestato nel piazzale di fronte al cimitero cittadino. 

Toscana

Domani pare toccherebbe ad alcune cittadine della Toscana, tra cui Firenze, continuare la protesta.

Seguici anche su http://www.persemprenapoli.it