• Tempo di Lettura:4Minuti

Alle 18:00, allo Stadio Olimpico di Roma è andata in scena Lazio-Juventus. Una partita che ha visto l’esordio di Igor Tudor sulla panchina dei biancocelesti dopo l’esonero di Sarri contro la sua ex squadra. Infatti, l’ex difensore dovrà cercare di portare la squadra capitolina in Europa, viste le ultime, deludenti, partite.

I bianconeri, invece, dovevano tornare a vincere e convincere, dopo il brutto momento nero che ha caratterizzato le ultime gare con 7 punti in 8 gare. La Champions League potrebbe essere a rischio se la Juventus dovesse continuare a sbagliare le partite. Allegri si è affidato a Kean in attacco con Chiesa e Cambiaso nel tridente offensivo viste le assenza di Milik e Vlahovic. Ritorno in campo per De Sciglio che ha dovuto affrontare uno scatenato Felipe Anderson.

Primo tempo che termina 0-0, e proprio la velocità della Lazio ha fatto la differenza, anche se i biancocelesti non sono riusciti ad andare in vantaggio. Partita che termina 1-0 con un gol al 94esimo di Marusic che segna ai bianconeri all’ultimo respiro.

Lazio-Juventus 0-0 nel primo tempo: tanta intensità, ma poche emozioni

Una Lazio a trazione anteriore che vuole cercare di trovare la vittoria in casa, con un attacco super offensivo, con Pedro, Zaccagni e Felipe Anderson dietro a Castellanos. Proprio i biancocelesti di Tudor iniziano la gara con il pressing alto e cercano immediatamente di infilare la difesa della Juventus con delle accelerazioni pericolose.

Lazio che crea la prima occasione della partita al 18esimo minuto, con Castellanos che dalla distanza non inquadra la porta e la palla sfiora il palo alla sinistra di Szczesny: Lazio-Juventus ancora sullo 0-0. Di nuovo biancocelesti pericolosi, con una grande palla di Felipe Anderson per Castellanos, ma l’attaccante non riesce a battere il portiere polacco a tu per tu, mandando la palla sul fondo.

Foto ufficiale dal profilo twitter della Juventus

Ancora Lazio che grazie al pressing alto mette in difficoltà Szczesny. Il portiere polacco sbaglia il rinvio, mandando il pallone addosso a Pedro che serve Kamada. Il giapponese, però, con la porta sguarnita non riesce a segnare il gol del vantaggio. Una Lazio scatenata che sta mettendo in campo una grande dinamicità e non permette alla Juventus di reagire.

Primo squillo della Juventus al 41esimo, quando Rabiot serve Chiesa. L’esterno prova a battere Mandas, ma il portiere greco si fa trovare preparato e la mette in calcio d’angolo. Ancora l’esterno che prova a battere il portiere biancoceleste, ma Mandas blocca senza problema. La prima frazione tra Lazio e Juventus, termina 0-0, con la squadra di Tudor che ha messo in campo molta intensità senza però trovare il vantaggio.

Marusic suona la carica al 94esimo: Tudor trova la prima vittoria all’ultimo respiro, Lazio – Juventus 1-0

Juventus pericolosa al 52esimo con un bel cross di Iling che trova Cambiaso dall’altra parte. L’esterno però non riesce a piazzare il pallone e Mandas respinge con un bell’intervento. Lazio vicina al vantaggio, dopo una grande giocata di Immobile al 72esimo con Marusic che al centro dell’area di rigore non riesce a trovare lo specchio, chiuso da Bremer in angolo.

Una seconda parte di gara caratterizzata da un equilibrio generale. Solo la Lazio prova nuovamente con un fulmine di Luis Alberto dalla distanza che si perde alla destra della porta di Szczesny all’85esimo. Bianconeri che non sono a rendersi pericolosi in questa seconda parte della ripresa, cercando di difendere e limitare i danni e provando a ripartire in contropiede.

Il match termina 1-0 con un gol di Marusic servito perfettamente da Guendozi. L’esterno di testa supera Sekulov e batte Szczesny per il vantaggio della Lazio all’ultimo minuti della partita.