• Tempo di Lettura:2Minuti

Un errore che gli sta costando un’intera stagione: l’inizio di campionato shock di Luis Maximiano è andato proprio così. Il portiere portoghese, a sei minuti dall’inizio del match contro il Bologna, il primo ufficiale del campionato italiano, si è rimediato un’espulsione che ha dell’assurdo. Un errore di valutazione che ha compromesso il suo impegno fra i pali della Lazio. Preso per essere titolare, Maximiano è passato in seconda fila e mister Sarri non lo ha tenuto in considerazione nemmeno per l’Europa League. Ma la rivincita può proprio arrivare in un Lazio-Bologna di Coppa Italia.

Ma oltre allo sbaglio fatto, molto è dipeso dalle buonissime prestazioni di Ivan Provedel. Il numero 94 ha convinto tutti e il rendimento in campionato è sicuramente buono per un estremo difensore. L’ex Spezia infatti ha subito solamente 11 reti in 15 partite di Serie A ed è stato impiegato in tutte e sei le partite di Coppa. La sua crescita esponenziale del 28enne ha completamente eclissato la possibilità di rivalsa del 23enne.

Maximiano vuole rimanere: c’è la possibilità della Coppa Italia per lui

Un acquisto esoso che non viene compensato dalle prestazioni: Claudio Lotito ha investito oltre 10 milioni per Maximiano che non si è però assolutamente d’animo. “Sono giovane, questo periodo mi farà crescere”, ha detto ai microfoni dei canali ufficiali della Lazio, dimostrando tenacia e fermezza. E una possibilità di rivalsa ci potrebbe essere a inizio 2023.

Secondo il Messaggero infatti, la società biancoceleste e Sarri stanno valutando se fare rimanere o meno il portiere portoghese. E l’occasione giusta per il riscatto di Maximiano potrebbe essere proprio la Coppa Italia, da giocare il prossimo 18 gennaio proprio contro il Bologna, squadra che ha segnato il suo cammino italiano. Il tecnico toscano deciderà di cambiare l’estremo difensore per fare riposare Provedel per il cambio? Dipenderà tutto da che impatto avrà la sua Lazio al ritorno della sosta mondiale.

Seguici anche su Instagram