• Tempo di Lettura:3Minuti

Dopo alcuni mesi dal suo addio, Lucas Leiva torna a far visita a Roma e alla sua Lazio: il brasiliano è stato nella capitale in occasione della partita della pace disputata allo Stadio Olimpico. Ricordi indelebili nella mente della tifoseria biancoceleste ma anche del centrocampista. Ai microfoni di Lazio Style Radio ha raccontato tutte le sue emozioni dopo il trasferimento al Gremio. Per l’ex numero 6 biancoceleste c’è anche l’aria di Champions League per la squadra di Maurizio Sarri. Ecco le sue parole.

Le parole di Lucas Leiva sulla Lazio

Ho tanti bei ricordi, amici che ho lasciato. Quanto posso tornerò a Roma sempre per vedere gli amici, fare una cena, chiacchierare di Formello. Questa è stata per cinque anni casa mia, ho parlato con i cuochi, con i camerieri. È stato bellissimo”.

Cinque anni passati con la maglia della Lazio, diventato perno del centrocampo biancoceleste e sicurezza davanti la difesa: Lucas Leiva continua a seguire la sua squadra anche da lontano. E sul derby dice:

Sì, visto. Stavo guardando la partita, sono contento perché si sta trovando bene in un nuovo ruolo ora che Ciro si è infortunato. Questa stagione è iniziata bene, l’ultima partita è stata un peccato ma la Lazio sta molto bene. Speriamo che dopo la sosta con tutti disponibili si possa fare una stagione importante”.

Cosa pensa Leiva di Felipe Anderson e Cataldi

Fiducia massima a Felipe Anderson: questo è il mantra che porta avanti Maurizio Sarri da qualche tempo a questa parte. Un compagno di squadra leale per Leiva, che sul numero 7 dice:

È importantissima. Felipe ha avuto un anno difficile al Porto, ha giocato poco. Da quando è arrivato merita tutto. Sta facendo bene, quest’anno ancora di più. Con Sarri c’è sicuramente un rapporto importante. Gli dà fiducia, lo aiuta a migliorare. Conosco il mister, so che non è facile accontentarlo e che chiederà sempre di più”.

E sul compagno di reparto Cataldi dice:

Quando sono andato via ho detto che doveva prendere in mano il ruolo. E accettare che è un giocatore importante per la squadra. Sta crescendo di gara in gara, ha caratteristiche diverse dalle mie ma sta migliorando tanto anche in fase difensiva. Questo gli darà ancora più fiducia, è un giocatore che vive questo ambiente ed è laziale. È importante avere giocatori così. Io ora sono tornato in Brasile ed è lo stesso: il Gremio è la mia squadra del cuore e voglio aiutare in ogni modo, così come Danilo appresenta tanto per il popolo laziale”.

I figli di Lucas Leiva pensano ancora alla Lazio

Molto, sono legati alla Lazio e a Roma. Quando ho detto a Pedro che venivo qui ha iniziato a piangere, ha tanti amici qui. Roma è stata casa nostra per cinque anni, quando possiamo torneremo, è un ambiente in cui abbiamo conosciuto tanti amici. Pedro è ancora innamorato della Lazio e di Roma. Pedro e Valentina devono studiare, purtroppo non sono potuti venire”.

Dove arriverà la Lazio?

Penso che il campionato sia aperto, il Napoli sta facendo qualcosa di interessante come gli scorsi anni. Ma tutti gli altri sono lì, la Lazio ha dimostrato di poter battere qualsiasi squadra. Abbiamo avuto qualche crollo in Europa League ma le squadra è forte e i giocatori che sono arrivati si sono inseriti bene. È un campionato lungo, sono tutti vicini ma penso che la Lazio abbia grandi chance di arrivare in Champions sicuramente”.

Seguici anche su Instagram