• Tempo di Lettura:1Minuto

Denis Verdini torna nel carcere di Sollicciano. L’ex parlamentare condannato a 6 anni per bancarotta del Credito Cooperativo Fiorentino non ha rispettato gli arresti domiciliari. Al 72enne gli era stata concessa la visita dal dentista a Roma ma non ha subito fatto rientro nella sua abitazione. Ha partecipato a ben tre cene con il figlio, diversi esponenti politici e dirigenti Anas. Cene che gli sono costate la sua villa di Pian dei Giullari, luogo dove stava scontando la sua pena definitiva per rientrare in carcere.

Gli investigatori della Guardia di Finanza hanno assistito agli incontri nel ristorante durante un’inchiesta per corruzione coordinata con la Procura di Roma. Non solo cene in diversi ristoranti. Sono state rilevate anche perpetue telefonate senza autorizzazione. In aula, Verdini insieme al suo avvocato Marco Rocchi ha dichiarato, “Pensavo di poter partecipare alle cene, essendo stato autorizzato ad andare dal dentista a Roma e a fermarmi a casa di mio figlio”.  L’ex parlamentare è stato condannato anche per il fallimento della Società Toscana Edizioni. Da aggiungere altri cinque anni e mezzo di pena definitiva.