L’Italia ancora tutta bianca e per la prima volta il ministro della Salute, Roberto Speranza, non firmerà nessuna ordinanza.
I dati Covid registrano una percentuale di positività al 4% e i positivi scendono sotto quota 800. La preoccupazione resta per la velocità di progressione della variante Delta che ormai ha una prevalenza pari al 22,7% ed è stata identificata in 16 Regioni/Province autonome, con un range tra lo 0 e il 70,6%.
La stima viene dalla nuova indagine rapida condotta dall’Iss e dal Ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler.

Figliuolo rassicura: “Le dosi ci sono, manteniamo il ritmo di 500mila al giorno, fine campagna a settembre per tutte le regioni”.
Il ministro Speranza  ha dichiarato:
“I numeri di oggi della cabina di regia sono molto incoraggianti. E’ la fotografia di un Paese con un quadro epidemiologico molto migliorato, conseguenza della campagna di vaccinazione che resta l’arma fondamentale per mettersi alle spalle questa stagione”. Resta comunque cauto: “continuo a chiedere massima prudenza ed i numeri ci dicono che la strada della gradualità è quella giusta”. “Siamo ancora dentro questa battaglia e c’è bisogno di grande cautela. Ci vuole gradualità perché la partita è ancora aperta e guai a pensare diversamente”.

“Oggi è un venerdì particolare: il venerdì è sempre stato complicato per me perché si firmano le ordinanze per le regioni, ma questo è il primo venerdì dall’autunno scorso in cui non sarò chiamato a firmare ordinanze: l’Italia è tutta bianca e non sono intercorse modifiche dello status quo, quindi non avrò necessita di firmare altre ordinanze”.

Seguici su persemprecalcio