• Tempo di Lettura:2Minuti

Paolo Maldini, dirigente del Milan, ha rilasciato un intervista sui canali ufficiali del club raccontando anche un retroscena su Theo Hernandez.

Le parole di Maldini

Su Theo: “A volte si danno meriti a delle persone ma alla fine il merito è suo. Ha giocato un inizio di carriera strepitoso, poi si era un pochino perso poi ha deciso di venire al Milan rinunciando anche a tante cose che prevedeva il suo contratto, si è rimesso in gioco e ha ritrovato la strada giusta perché è un calciatore che secondo me può e deve ancora far tanto ma alla sua maniera è unico”.

Sui giocatori rossoneri ai mondiali: “Non li ho sentiti, ho sentito solo Rafa Leao ma gli altri non li ho mai sentiti perché non sai mai quelli che possono essere i piani delle nazionali, non sai mai quelle che sono i loro impegni quindi li lascio godere questo momento incredibile. Ci rivedremo qui quando sarà l’ora di rivederci”.

Su Leao: “Ha fatto la sua parte, due gol in un Mondiale non è poco. Ha giocato poco ma credo che comunque sia stata per lui un’esperienza bellissima e di alto livello”.

Sugli obiettivi: “Sappiamo che la Champions League è l’obiettivo più importante ma anche quello più difficile da raggiungere ma intanto andiamo passo per passo. La partita col Tottenham arriva a febbraio ma dirà tanto di quello che può essere il nostro percorso in Champions”.

Seguiteci su Instagram.