Maneskin, scagionato il frontman Damiano dalle accuse di droga. Lo hanno reso noto gli organizzatori del concorso dopo le voci circolate secondo cui, il frontman avrebbe sniffato cocaina durante la finale. La European Broadcasting Union, con sede a Ginevra, ha detto che un test antidroga e’ stato “fatto volontariamente dal cantante della band Maneskin. Che ha dato poi un risultato negativo visto dall’EBU”. 

La reazione dei francesi

La Francia incassa la notizie e mette da parte eventuali reclami per la vittoria italiana. Dietrofront dopo le accuse piovute addosso alla band italiana da parte dei favoriti alla vittoria. E cioè i francesi che si sono presentati alla manifestazione con Barbara Pravi. L’amministratore delegato di France Televisions, Delphine Ernotte, ha dichiarato al quotidiano “Le Parisien” che la Francia non ha alcuna intenzione di sporgere reclami contro l’Italia “qualunque sia il risultato del test anti-droga. Il voto è estremamente chiaro in favore dell’Italia. Non ha rubato la sua vittoria ed è questo ciò che conta”.

Vittoria meritata

Il frontman della band lanciata a X-Factor aveva in realà da subito spiegato l’incidente. In quel momento stava semplicemente cercando di rimediare all’incidente che aveva portato alla rottura di un bicchiere sotto al tavolo da parte di Thomas, il chitarrista del gruppo. I pezzi di vetro sono stati poi effettivamente trovati. Alle accuse, oltre al diretto interessato, aveva subito risposto anche l’organizzazione della manifestazione con un comunicato in cui si ribadiva che “la band ha fortemente smentito le accuse di uso di droga” e che “il cantante farà un test antidroga volontario dopo l’arrivo in Italia, a casa”. Il sostegno alla band è arrivato immediatamente anche dalla Rai che si è detta sorpresa per l’assurda polemica e ha ribadito la soddisfazione per la vittoria italiana. Una gran bella soddisfazione.

Seguici anche su http://www.persemprecalcio.it