• Tempo di Lettura:2Minuti

Continua il fantamercato arabo, con cifre folli da dare ai giocatori europei per convincerli ad approdare in un campionato completamente diverso. Dopo Brozovic, Milinkovic e altri, da qualche giorno si fa sempre più insistente il nome di Kylian Mbappè. Si parla di un affare da 1 miliardo di euro da dividere fra l’attaccante e il club francese e la cosa più interessante è che l’accordo sarebbe annuale. 300 milioni andrebbero nelle tasche del Paris Saint-Germain mentre i restanti 700 direttamente a Mbappè. Il motivo di questa offerta monstre da parte dell’Al-Hilal è quella di provare ad anticipare i tempi rispetto al Real Madrid. Dietro il club arabo c’è il PIF, Public Investment Fund, fondo sovrano dell’Arabia Saudita che fa capo a Mohammad bin Salman Al Saud, figlio de re.

Il PSG ha detto sì, ora tocca a Mbappè

Un legame, quello fra Mbappè e il PSG che si è rotto a 10 mesi dalla scadenza di contratto e gli arabi provano l’affondo per l’attaccante. Il numero 10 aveva dichiarato apertamente non voler esercitare la clausola unilaterale per allungare fino al 2025, con conseguente scelta da parte del club di non farlo partecipare alle amichevoli. Lo scorso anno la società francese ricomprò il suo bomber con un contratto da 180 milioni di euro, 72 milioni lordi l’anno più bonus da riscuotere a settembre prossimo e quello del 2024 se avesse deciso di rimanere. Arrivando a una cifra di 630 milioni in tre anni. Ma l’offerta dell’Al-Hilal è un colpo grosso, visto che si tratterebbe di 700 milioni in un anno solo. Dopo l’esperienza con la squadra araba, Mbappè sarebbe libero e potrebbe abbracciare il Real Madrid. Il Paris Saint-Germain ha detto già sì, ora la palla passa all’attaccante.