• Tempo di Lettura:2Minuti

Giovedì 23 giugno, con inizio alle ore 10, presso la sala di rappresentanza del Consiglio regionale della Campania (Isola F13 Centro Direzionale di Napoli), si terrà il primo appuntamento della neo costituita “Consulta permanente per la nautica e sport acquatici”. Organo che si interesserà delle problematiche del mare, dell’ambiente, dello sport nautico e della salute. Si inizierà con un convegno dell’Associazione medico sportiva di Napoli della Federazione medico sportiva Italiana del Coni. Centrato sulla diffusione mediatica della importanza della Medicina nello sport a qualsiasi livello. Da quello amatoriale a quello olimpico per rendere noto che dietro ogni successo sportivo c’è sempre un atto medico significativo. Che parte dalla tutela sanitaria dello sportivo alla certificazione di idoneità allo sport. Dalla indispensabile programmazione della nutrizione sportiva, alla terapia medica ed alla riabilitazione. Dall’avviamento allo sport fino al primo soccorso sportivo.
L’incontro di giovedì prossimo sarà presentato dal presidente dei medici sportivi di Napoli, dottor Vincenzo Russo; dal direttore della scuola di specializzazione di Medicina dello sport della Università Vanvitelli, professore Marcellino Monda; da Pierluigi Gargiulo, professore di Medicina dello sport della Università Tor Vergata. Dal cardiologo e medico dello sport, dottore Ciro Mauro, anche direttore del reparto di Cardiologia-UTIC dell’Ospedale Antonio Cardarelli di Napoli. Al convegno saranno presenti il presidente della Consulta regionale permanente, onorevole Franco Picarone, il segretario generale dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, dottor Sergio Piazzi; il presidente del Coni della Campania, professor Sergio Roncelli, il presidente del Comitato Italiano Paraolimpico Carmine Mellone e numerose altre autorità politiche e sportive della regione. Modererà l’incontro il giornalista ed editor Marco Lobasso. Tra i testimonial invitati l’atleta paraolimpica Matilde Lauria e i vincitori della recente regata delle Repubbliche marinare, i campioni di Amalfi.