• Tempo di Lettura:4Minuti

Ogni anno dal 1948, il primo lunedì di maggio, si celebra in America una festa che unisce tutti gli appassionati di moda, dai professionisti ai semplici ammiratori: il Met Gala. Questo evento glamour è caratterizzato dalla sfilata di celebrità sul tappeto rosso che copre la scalinata del Metropolitan Museum di New York. La finalità dell’evento è quella di raccogliere fondi per il Costume Institute, la sezione del museo che si occupa della storia del costume e della moda. Lo scorso anno, ad esempio, il gala dedicato al compianto Karl Lagerfeld ha permesso di raccogliere ben 22 milioni di dollari.
Protagonisti indiscussi della serata sono sicuramente loro: gli abiti indossati dalle star che ogni anno seguono un tema diverso.

IL TEMA DI QUEST’ANNO

L’edizione del Met Gala del 2024 si ispira al racconto del genio della fantascienza J.G. Ballard intitolato “The Garden of Time”. Il dress code richiede agli ospiti di indossare abiti che evocano il passato ma con un tocco di modernità e originalità. Il racconto di Ballard descrive una coppia che cerca di fermare il tempo in un giardino magico ma finisce per accelerare il proprio declino. Il Met Gala si ispira al tema della mostra del Costume Institute che inaugura proprio con il gala: quella di quest’anno si intitola Sleeping Beauties: Reawakening Fashion, e rimarrà aperta al pubblico dal 10 maggio fino al 2 settembre 2024. Al centro del percorso espositivo, abiti che interpretano il concetto di Terra, mare e cielo, ma che sono stati ‘dimenticati’, o, come evoca il titolo, sono ‘dormienti. Gli ospiti potranno dunque sbizzarrirsi con fiori, abiti vintage e riferimenti letterari. Loewe, sponsor dell’evento, presenterà diverse creazioni di J.W. Anderson, già famoso per i costumi del film “Challengers” di Luca Guadagnino.

GLI OSPITI

Gli ospiti partecipano al Met Gala solo e rigorosamente su invito della padrona di casa, la direttrice di Vogue Anna Wintour.
Nonostante la lista sia top secreti, tra i possibili protagonisti della serata ci sono Rihanna, che è sempre stata tra le regine dell’evento, Jennifer Lopez, Zendaya, Gisele Bundchen, Cara Delevingne, una nutrita rappresentanza della famiglia Kardashian-Jenner, Chris Hemsworth, Bad Bunny e molti altri esponenti del mondo della moda, della musica, del cinema e dello spettacolo. Inoltre, tutti gli occhi saranno puntati su J.W. Anderson di Loewe e Shou Chew, Ceo di TikTok, che sono i principali sponsor dell’evento. Particolare interesse sulla presenza del numero uno di TikTok suscita un particolare interesse, soprattutto a causa della recente tensione legislativa negli Stati Uniti.
Se non si è nella lista degli invitati, c’è da sapere che l’ingresso all’evento resta uno tra i più esclusivi al mondo, con biglietti che quest’anno raggiungono i 75.000 dollari e tavoli da 350.000 dollari. Massimo riserbo su quello che succede all’evento anche se, puntualmente, basta seguire l’account social di qualche invitato famoso per qualche curiosa sbirciata.

L’ORARIO E DOVE SEGUIRLO

L’appuntamento per il Met Gala 2024 è oggi, lunedì 6 maggio, a partire dalle ore 18.30 ora locale a New York (mezzanotte e mezza in Italia). L’evento si protrarrà, tra red carpet, cena e afterparty, durante l’intera notte del 7 maggio. Al pubblico però sarà concesso solo di guardare la sfilata sul red carpet, che rimane comunque il momento più atteso, e che si potrà seguire tramite lo streaming offerto da Vogue e le sue piattaforme digitali come TikTok e Youtube. L’attrice Gwendoline Christie, la produttrice e attrice La La Anthony e la modella Ashley Graham saranno le presentatrici del livestream. Inoltre, Emma Chamberlain intervisterà le star durante il loro percorso sul red carpet.

DUE LOOK CHE HANNO FATTO LA STORIA DEL MET GALA

Dal 1948 ad oggi si sono susseguiti centinaia di migliaia di look che sono diventati iconici. Due in particolare, opposti tra di loro, hanno rappresentato e continuano a rappresentare la storia del Met Gala.
Il primo è quello indossato da Cher nel 1974: un vestito unico e trasparente creato da Bob Mackie, che alcuni considerano ancora oggi il primo naked dress della storia. Questo abito è diventato un’icona della moda che, negli anni a venire, è stato copiato e idolatrato.

Instagram account Bob Mackie

Il secondo è quello indossato nel 1996 da Lady Diana nella sua unica apparizione al Met Gala, che ha fatto la storia con un solo abito. Poco dopo la separazione dal principe Carlo, la principessa amata dagli inglesi e dal mondo intero si presentò con un abito slip Dior creato da John Galliano, indossando fili di perle e portando una borsa Lady Dior. Il suo look è diventato iconico per eleganza e semplicità, due suoi tratti caratteristici.

Instagram account MetGala